di venerdì 17 novembre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Atteso nuovo peggioramento nelle prossime ore e nella giornata di giovedì

Pubblicato da Giovanni De Palma mercoledì 16 marzo 2016, 7:07 | 1,133 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola è interessata dal passaggio di un nucleo di aria fredda che, in queste ultime ore, ha raggiunto l’Europa centrale, la Francia orientale e l’arco alpino, favorendo un nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulle nostre regioni, in particolare al nord ma, a partire dalle prossime ore, il peggioramento si manifesterà anche sulle restanti regioni peninsulari, in particolar modo sul settore adriatico, appenninico e sulle zone ioniche, in particolar modo nella giornata di giovedì. Instabilità che, pur in attenuazione, continuerà a manifestarsi anche nella giornata di venerdì, soprattutto sulle regioni centro-meridionali mentre, successivamente, assisteremo ad un progressivo miglioramento delle condizioni atmosferiche che si concretizzerà soprattutto nel fine settimana. L1

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni generali di cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni, inizialmente deboli, più probabili sulle zone montuose e sul settore orientale, nevose al disopra dei 900-1000 metri. Nel pomeriggio assisteremo ad una progressiva intensificazione delle precipitazioni sulla Marsica e nell’Aquilano, in estensione, in nottata e nella mattinata di giovedì, anche sul versante orientale. Non si escludono manifestazioni temporalesche, specie sul settore orientale e costiero.

Temperature: In lieve diminuzione.

Venti: Deboli dai quadranti orientali con possibili rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Generalmente poco mosso con moto ondoso in aumento.