di venerdì 24 novembre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Area di instabilità al meridione favorisce annuvolamenti e rovesci anche in Abruzzo

Pubblicato da Giovanni De Palma giovedì 23 giugno 2016, 7:07 | 1,927 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola è interessata dalla presenza di un’area di instabilità presente sulle regioni meridionali, che determina annuvolamenti, rovesci e manifestazioni temporalesche su Sicilia, Calabria, Basilicata e Campania, tuttavia la nuvolosità ha raggiunto anche Abruzzo e Molise dove, in queste ultime ore, si sono verificati rovesci e temporali, specie nel chietino e nell’entroterra pescarese. Nelle prossime ore la nostra Regione continuerà ad essere interessata da annuvolamenti, mentre nel pomeriggio-sera fenomeni di instabilità potranno interessare l’aquilano, la Marsica e il vicino Lazio. Nelle prime ore di domattina, inoltre, saranno possibili annuvolamenti e rovesci lungo la fascia costiera e l’instabilità non sembra destinata ad attenuarsi nemmeno nella giornata di sabato quando, nel pomeriggio, assisteremo alla formazione di temporali lungo la dorsale appenninica, in estensione verso le zone pedemontane e collinari. L1

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso nel pescarese e nel chietino con rovesci e manifestazioni temporalesche, più probabili nel chietino (vastese) e nell’entroterra pescarese. Attenuazione dei fenomeni in mattinata, mentre nel pomeriggio tenderanno a svilupparsi temporali sulle zone montuose, in estensione verso l’aquilano, la Marsica e il vicino Lazio. Attenuazione della nuvolosità in serata-nottata, tuttavia nelle prime ore della mattinata di venerdì saranno possibili nuovi addensamenti lungo le aree costiere, localmente associati a rovesci.

Temperature: Stazionarie o in ulteriore aumento, specie nei valori massimi, in particolar modo nel teramano.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali con occasionali rinforzi lungo la fascia costiera, occidentali sulle zone montuose.

Mare: Generalmente poco mosso con moto ondoso in temporaneo aumento durante le ore centrali della giornata.