di sabato 18 novembre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Tempo migliore lungo la fascia costiera, annuvolamenti e rovesci sui rilievi

Pubblicato da Giovanni De Palma martedì 26 luglio 2016, 7:13 | 1,090 letture
Inserito nella categoria Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

L’area di instabilità che nella giornata di ieri ha favorito diffusi episodi di instabilità su molte regioni della nostra Penisola, tende ulteriormente a spostarsi verso il basso Adriatico, favorendo una graduale attenuazione dell’instabilità al centro-nord anche se, nelle prossime ore, non si escludono formazioni nuvolose sulle zone montuose con possibili rovesci, anche a carattere temporalesco, in estensione verso le zone interne. Tra mercoledì e giovedì l’Italia continuerà ad essere influenzata da deboli infiltrazioni di aria umida di origine atlantica che potranno dar luogo a formazioni temporalesche sull’arco alpino e lungo la dorsale appenninica, con fenomeni in estensione verso il settore orientale nel corso del pomeriggio. Successivamente, nel fine settimana, assisteremo ad un deciso miglioramento delle condizioni atmosferiche a causa della rimonta di un promontorio di alta pressione di matrice afro-mediterranea che darà luogo anche ad un graduale aumento delle temperature. A seguire, probabile peggioramento nei primi giorni della prossima settimana: vedremo.

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso con annuvolamenti sul settore orientale e costiero in attenuazione in mattinata. Nel pomeriggio saranno possibili addensamenti consistenti a ridosso dei rilievi, localmente associati a rovesci temporaleschi, in estensione verso il settore occidentale ma in attenuazione in serata e in nottata.

Temperature: In lieve aumento, specie nei valori massimi.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali con occasionali rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Poco mosso o localmente mosso.