di giovedì 19 ottobre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Nubi al mattino, poi migliora. Intensa ondata di maltempo a partire da domenica

Pubblicato da Giovanni De Palma sabato 14 gennaio 2017, 6:49 | 4,816 letture
Inserito nella categoria Allerte, Comunicati Stampa, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola risulta ancora marginalmente interessata dal passaggio di un veloce sistema nuvoloso che, nella giornata di ieri, ha favorito forti venti e un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulla nostra Regione. Nelle prossime ore la cosiddetta “coda” di questa perturbazione attraverserà le regioni adriatiche, favorendo annuvolamenti e residue precipitazioni, specie sul settore orientale e costiero al mattino, mentre nel corso della giornata assisteremo ad un graduale ma temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche, in attesa di un nuovo deciso peggioramento che si manifesterà soprattutto dalla giornata di domenica, a causa dell’arrivo di masse d’aria fredda provenienti dall’Europa centro-settentrionale, che favoriranno la formazione e l’approfondimento di un minimo depressionario sul Tirreno centro-meridionale a cui sarà associata un’intensa fase di maltempo anche per la nostra Regione. Il vortice depressionario sarà alimentato da aria fredda che darà luogo ad una nuova diminuzione delle temperature e precipitazioni nevose fino a quote collinari, in particolar modo sul settore centro-orientale della nostra Regione dove, dalla tarda mattinata di domenica, inizierà ad aumentare la nuvolosità con precipitazioni in progressiva intensificazione. Piogge diffuse lungo la fascia costiera e nevicate che, date le basse temperature previste, torneranno ad interessare le località montuose e collinari, intorno ai 300-400 metri ma localmente anche a quote più basse, specie nel teramano e nel pescarese dove, in caso di precipitazioni intense, la neve potrà scendere fin verso la bassa collina ed interessare, localmente, anche le aree pianeggianti. Previsti accumuli rilevanti sulle zone montuose, sulle zone pedemontane e alto-collinari che si affacciano sul versante adriatico in quanto il maltempo proseguirà anche nei giorni successivi con elevata probabilità di precipitazioni intense e persistenti almeno fino a metà della prossima settimana. L3

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso con nuvolosità in aumento sul settore orientale e costiero in mattinata, dove non si escludono precipitazioni, nevose anche a quote collinari, in miglioramento tra la tarda mattinata e il pomeriggio. Poco nuvoloso sul settore occidentale con gelate diffuse al mattino, mentre la tendenza è verso un nuovo deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche nel corso della giornata di domenica, in particolar modo dal pomeriggio-sera con nuvolosità e precipitazioni in intensificazione, specie sul settore orientale.

Temperature: In diminuzione rispetto alla giornata di ieri.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali con possibili rinforzi al mattino lungo il settore orientale.

Mare: Generalmente mosso.