di lunedì 21 agosto 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma. Progetto, realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Prosegue l’intensa ondata di maltempo con piogge diffuse e copiose nevicate

Pubblicato da Giovanni De Palma martedì 17 gennaio 2017, 6:48 | 4,250 letture
Inserito nella categoria Allerte, Comunicati Stampa, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola continua ad essere interessata da una vasta circolazione depressionaria posizionata sul basso Tirreno, alimentata da aria fredda di origine artica che, nelle prossime ore, continuerà a favorire episodi di intenso maltempo sulla nostra Regione, in particolar modo sul settore orientale con precipitazioni diffuse, nevose a quote collinari. Nelle prossime ore assisteremo ad un lieve e graduale aumento delle temperature e ciò determinerà un innalzamento della quota neve soprattutto nel chietino e nel pescarese, dove tuttavia continuerà a nevicare al disopra dei 300-400 metri, a quote più basse nel teramano. Piogge diffuse, intense e persistenti lungo la fascia costiera, oggi il maltempo interesserà soprattutto il pescarese e il teramano con precipitazioni localmente a carattere temporalesco, mentre una temporanea attenuazione dei fenomeni sembra probabile soprattutto nel chietino e, localmente, nel pescarese tra la tarda mattinata e il pomeriggio, mentre dal tardo pomeriggio-sera è previsto un nuovo peggioramento che dal chietino risalirà verso le restanti zone del versante orientale con piogge diffuse lungo le coste e neve al disopra dei 300-400 metri, a quote lievemente inferiori nel teramano. Maltempo che continuerà ad interessare la nostra Regione anche nelle giornate di mercoledì e giovedì con piogge diffuse, intense e persistenti, anche a carattere temporalesco lungo la fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa, mentre copiose nevicate continueranno ad interessare le zone collinari, alto collinari che si affacciano sul versante adriatico, al disopra dei 200mt nel teramano, oltre i 300-400 metri nel pescarese e nel chietino. Venerdì probabile tregua del maltempo ma nel fine settimana dovremo fare i conti, probabilmente, con un nuovo intenso peggioramento che porterà ancora tanta pioggia e neve sui rilievi ma, a causa dello scioglimento della neve sulle zone collinari, non è da escludere un progressivo innalzamento dei livelli dei fiumi: una situazione da monitorare. L3

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo molto nuvoloso o coperto con piogge diffuse lungo la fascia costiera, nevicate sulle zone collinari al disopra dei 200-300 metri, specie nel pescarese e nel teramano, quota neve in progressivo lieve rialzo nelle prossime ore, specie nel chietino e nel pescarese. Temporanea attenuazione dei fenomeni nel chietino e, probabilmente, nel pescarese tra la tarda mattinata e il pomeriggio, ma una nuova intensificazione delle precipitazioni è prevista nuovamente nel chietino dal tardo pomeriggio-sera, in estensione verso le restanti zone con copiose nevicate sulle zone collinari al disopra dei 300-400 metri nel chietino (localmente a quote lievemente inferiori), al disopra dei 200-300 metri nel pescarese e nel teramano, ma su quest’ultima permarranno condizioni favorevoli a nevicate anche a quote lievemente inferiori. Nuvoloso sull’aquilano e sulla Marsica con possibili nevicate ma i fenomeni saranno più frequenti sul settore orientale. Pioggia mista a neve anche in pianura durante i possibili temporali. Maltempo diffuso anche nelle giornate di mercoledì e giovedì con precipitazioni diffuse e persistenti, specie sul settore centro-orientale.

Temperature: In lieve aumento nel pescarese e nel chietino.

Venti: Moderati dai quadranti nord-orientali con possibili rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Agitato o molto agitato con mareggiate.



 

Devi effettuare il login per votare

Per votare e' necessario che tu sia collegato ad AbruzzoMeteo come utente registrato.

Se non hai un account su AbruzzoMeteo puoi cliccando qui.

La Redazione di AbruzzoMeteo