di giovedì 19 ottobre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Temperature elevate ma possibili fenomeni di instabilità. Temperature in calo da venerdì

Pubblicato da Giovanni De Palma giovedì 10 agosto 2017, 6:59 | 2,505 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

Sulla nostra Penisola la pressione è in diminuzione a causa dell’avvicinamento di una perturbazione di origine atlantica, attualmente posizionata sulla Francia e sul Mediterraneo occidentale, preceduta da un flusso di correnti molto calde di origini nord-africane che, nelle prossime ore, favorirà ancora temperature molto elevate sulla nostra Regione, con punte massime localmente superiori ai +40°C, specie nelle principali valli e sul versante orientale. Nel pomeriggio, tuttavia, assisteremo ad un graduale aumento dell’instabilità con possibili formazioni temporalesche che, dalle zone montuose, tenderanno ad estendersi verso il settore orientale e, occasionalmente, lungo la fascia costiera, attenuandosi entro la serata. Dalla tarda nottata saranno possibili nuovi addensamenti a partire dal settore occidentale con possibilità di precipitazioni, mentre nella giornata di venerdì saranno presenti annuvolamenti con possibili precipitazioni, in attenuazione in mattinata me con possibili nuovi fenomeni di instabilità a partire dal pomeriggio-sera e in nottata. Tra la nottata di venerdì e la tarda mattinata di sabato, tenderanno a svilupparsi addensamenti consistenti associati a rovesci, anche a carattere temporalesco, localmente di forte intensità, accompagnati da venti settentrionali in rinforzo e temperature in generale diminuzione. Da domenica è atteso un nuovo miglioramento delle condizioni atmosferiche. L1

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con possibili annuvolamenti al mattino nel teramano e sulle zone montuose ma, nel corso del pomeriggio, saranno possibili formazioni temporalesche a partire dalle zone montuose, in estensione verso il settore orientale e, localmente, lungo la fascia costiera. Possibili fenomeni di forte intensità sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico: non si escludono grandinate attenzione. Temperature ancora molto elevate a causa delle correnti meridionali e del possibile Garbino sul versante orientale, specie sulle zone collinari e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico, con punte massime localmente superiori ai +40°C, mentre lungo la fascia costiera i valori risulteranno più bassi ma caratterizzati da umidità molto elevata. Da stanotte è previsto un nuovo aumento della nuvolosità a partire dal settore occidentale.

Temperature: Generalmente stazionarie ma ben al disopra delle medie stagionali. La tendenza è verso una progressiva diminuzione a partire da venerdì.

Venti: Deboli dai quadranti sud-orientali con rinforzi lungo la fascia costiera; deboli o moderati dai quadranti sud-occidentali sulle zone montuose e sulle zone collinari che si affacciano sul versante adriatico.

Mare: Generalmente poco mosso o localmente mosso.