di sabato 18 novembre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Analisi del peggioramento previsto nei primi giorni della prossima settimana

Pubblicato da Giovanni De Palma sabato 11 novembre 2017, 9:22 | 1,299 letture
Inserito nella categoria Rubriche | Condividi su Facebook

Veloce aggiornamento meteo (ore 09.10) per analizzare il peggioramento annunciato nei giorni scorsi che, alla base dei dati attuali, interesserà anche la nostra Regione ma con una dinamica diversa rispetto ai precedenti aggiornamenti. Dopo un weekend all’insegna di un tempo tutto sommato discreto con banchi di nebbia probabili nelle valli interne dell’aquilano e annuvolamenti pomeridiani, la tendenza è verso un moderato peggioramento delle condizioni atmosferiche, i cui avamposti inizieranno ad interessare la nostra Regione nel pomeriggio-sera di domenica, con annuvolamenti in intensificazione sulla Marsica e nell’aquilano, mentre il peggioramento vero e proprio si manifesterà soprattutto da lunedì sera e sarà caratterizzato dalla discesa di un nucleo di aria fredda proveniente dal nord Europa che, stando ai dati attuali, scivolerà verso le regioni settentrionali e, successivamente, tra martedì e mercoledì, verso il medio-basso Tirreno, favorendo la formazione e l’approfondimento di un minimo depressionario a cui sarà associata una fase di maltempo su gran parte delle regioni centro-meridionali, in particolar modo sul settore adriatico.

L’ingresso più occidentale dell’aria fredda da un lato impedirà un deciso calo termico sulla nostra Regione (rispetto a quanto annunciato nei precedenti aggiornamenti), ma renderà questo peggioramento più lungo con precipitazioni più frequenti e persistenti. Da lunedì sera il peggioramento si concretizzerà anche sulla nostra Regione, dopo aver interessato Emilia-Romagna e Marche, dove la quota neve sarà più bassa rispetto alle restanti zone dell’Appennino centro-meridionale. Gli ultimi aggiornamenti evidenziano un progressivo rinforzo dei venti di bora e precipitazioni in intensificazione con nevicate sui rilievi intorno ai 1200-1400 metri ma localmente anche a quote lievemente inferiori, specie nella giornata di martedì; la fase più intensa di questo peggioramento si manifesterà, probabilmente, nelle giornate di martedì e mercoledì, quando la nostra Regione potrà essere interessata da piogge diffuse e persistenti soprattutto sul settore centro-orientale e lungo la fascia costiera, mentre nevicate piuttosto copiose interesseranno le zone montuose al disopra dei 1200 metri. Si tratta ovviamente di una situazione da seguire passo dopo passo in quanto potrebbero esserci ancora sostanziali variazioni. A dopo per ulteriori aggiornamenti…