di giovedì 18 gennaio 2018
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Temperature in sensibile diminuzione nelle prossime ore con fenomeni di instabilità

Pubblicato da Giovanni De Palma sabato 9 dicembre 2017, 6:51 | 1,761 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola risulta ancora interessata dal transito di un veloce sistema nuvoloso preceduto da un flusso di correnti meridionali che, in queste ultime ore, ha favorito un deciso rinforzo dei venti di libeccio e temperature in aumento, anche sulla nostra regione. Come anticipato nei precedenti aggiornamenti, la perturbazione è seguita da masse d’aria molto fredda di origine artica che, nelle prossime ore, si riverseranno su gran parte delle regioni centro-settentrionali, favorendo una generale e sensibile diminuzione delle temperature anche sulla nostra regione a partire dalla tarda mattinata e, soprattutto, nel pomeriggio-sera; masse d’aria fredda che favoriranno anche la formazione di annuvolamenti sul medio-alto versante adriatico, annuvolamenti che potranno dar luogo a precipitazioni (nevose) dapprima nell’aquilano e, successivamente, sul settore centro-orientale dove, a causa della generale diminuzione delle temperature, potranno risultare nevose fino a bassa quota e, localmente, anche in pianura, specie a carattere granulare (graupeln o neve tonda). In serata l’instabilità interesserà soprattutto il settore costiero ed in particolare il vastese con rovesci e neve a quote molto basse, mentre dalla tarda serata assisteremo ad un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche, in attesa dell’avvicinamento di un’intensa perturbazione atlantica preceduta da un deciso rinforzo dei venti di libeccio (Garbino) anche sulla nostra regione con raffiche che, nella giornata di lunedì, potranno superare i 100 Km/h, specie sulle zone montuose, sulle zone pedecollinari e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico, dove è previsto anche un nuovo generale aumento delle temperature. L2

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso sul settore orientale e costiero, mentre annuvolamenti saranno presenti sul settore occidentale e a ridosso dei rilievi, con raffiche di vento di libeccio (Garbino) attesi fino a metà mattinata. Dalla tarda mattinata e nel pomeriggio assisteremo ad un graduale aumento della nuvolosità ad iniziare dall’alto aquilano, dove saranno possibili precipitazioni a prevalente carattere nevoso nell’aquilano, mentre rovesci di neve a bassa quota inizieranno ad interessare il teramano e il settore orientale. Nel pomeriggio, complice l’ulteriore sensibile calo delle temperature, non si escludono rovesci di neve fino a quote di bassa collina e, localmente, anche in pianura, soprattutto a carattere granulare (graupeln o neve tonda); dal pomeriggio, inoltre, i fenomeni tenderanno a risultare più probabili lungo la fascia costiera, in particolar modo nel vastese, con possibili nevicate fino a quote molto basse o pianeggiati, ma si tratterà di una fase temporanea in attesa di un miglioramento previsto nella prima parte della giornata di domenica. Miglioramento ancora una volta temporaneo in attesa di un deciso rinforzo dei venti di libeccio a partire dalle prime ore della giornata di lunedì.

Temperature: In generale e sensibile diminuzione a partire dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio-sera.

Venti: Moderati o forti dai quadranti sud-occidentali; dalla tarda mattinata tenderanno a provenire dai quadranti settentrionali, rinforzando lungo la fascia costiera.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso con moto ondoso in aumento.