di venerdì 20 luglio 2018
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Paolo Serafini, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Perturbazione continuerà a favorire precipitazioni diffuse anche in Abruzzo

Pubblicato da Giovanni De Palma venerdì 23 febbraio 2018, 6:54 | 2,373 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra penisola continua ad essere interessata da una vasta circolazione depressionaria, con minimo posizionato sulla Sardegna, attorno al quale ruotano sistemi nuvolosi che determinano episodi di maltempo su gran parte delle regioni peninsulari, Abruzzo compreso. E se nelle prossime ore è prevista una temporanea attenuazione dei fenomeni, dalla tarda mattinata assisteremo ad un nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche a causa della risalita di un vasto sistema nuvoloso che favorirà una nuova intensificazione delle precipitazioni, nevose inizialmente intorno ai 600-800 metri, tuttavia nel corso della giornata assisteremo al rinforzo dei venti di scirocco che favoriranno un graduale aumento delle temperature e della quota neve, in particolare sul settore centro-orientale. Perturbazione che continuerà ad interessare la nostra regione anche nella giornata di sabato con rovesci diffusi, al mattino più probabili sulla Marsica, nell’aquilano e sulle zone montuose, dove assumeranno carattere nevoso al disopra dei 1200-1400 metri, specie sui rilievi occidentali, a quote lievemente superiori altrove; nel pomeriggio-sera di sabato le precipitazioni tenderanno ad essere più frequenti ed intense sul settore orientale e costiero, dove non si escludono manifestazioni temporalesche. Tempo che non migliora nella giornata di domenica, anzi: dal pomeriggio assisteremo ad un progressivo calo delle temperature a causa dell’arrivo di masse d’aria gelida di origine continentale che, entro la tarda serata, favorirà un progressivo calo della quota neve fino a quote molto basse o pianeggianti: alla base dei dati attuali, inoltre, nella giornata di lunedì, l’aria gelida si riverserà anche sulla nostra regione, favorendo precipitazioni nevose fino in pianura e lungo la fascia costiera. L2

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con banchi di nebbia nelle valli interne dell’aquilano e sulle zone collinari che si affacciano sul versante adriatico, tuttavia la tendenza è verso un nuovo graduale aumento della nuvolosità a partire dalla tarda mattinata, ad iniziare dal settore occidentale, dalla Marsica e dall’alto Sangro, con precipitazioni in intensificazione e in estensione verso le restanti zone entro il pomeriggio. Nevicate sui rilievi, inizialmente al disopra dei 600-800 metri, tuttavia la quota neve risulterà in progressivo aumento dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio, specie sul settore centro-orientale della nostra regione a causa del rinforzo dei venti di scirocco, attesi nel pomeriggio-sera, specie sul settore collinare e costiero. Dal tardo pomeriggio-sera, inoltre, le precipitazioni risulteranno più frequenti nell’aquilano e sulla Marsica con quota neve in rialzo intorno ai 1200-1400 metri, tuttavia nel corso della giornata di sabato (specie dal pomeriggio) i fenomeni torneranno ad interessare in maniera più decisa anche il settore orientale e costiero.

Temperature: Stazionarie al mattino, in graduale aumento nel pomeriggio-sera, specie sul settore centro-orientale.

Venti: Deboli di direzione variabile o settentrionali al mattino. Dal pomeriggio tenderanno a provenire dai quadranti sud-orientali rinforzando.

Mare: Generalmente mosso con moto ondoso in ulteriore aumento nel corso del pomeriggio-sera.