di domenica 22 luglio 2018
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Paolo Serafini, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Il gelo ha raggiunto la nostra regione favorendo nevicate anche lungo le coste

Pubblicato da Giovanni De Palma lunedì 26 febbraio 2018, 6:41 | 3,181 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra penisola continua ad essere interessata da masse d’aria gelida di origine siberiana che, in queste ultime ore, hanno raggiunto anche le regioni centrali, favorendo un sensibile calo delle temperature e nevicate fino in pianura: nevica anche nel vicino Lazio e persino a Roma, così come nevica lungo il litorale abruzzese, evento raro questo, che lascia intendere la vastità della massa gelida giunta sulla nostra penisola e la particolare conseguente configurazione e formazione di sistemi nuvolosi che, nelle prossime ore, continueranno a favorire nevicate su tutto il territorio regionale, anche in pianura e lungo le coste con probabili accumuli al suolo, anche se, ci preme sottolinearlo, non sarà nulla a che vedere con quanto accaduto a metà Gennaio del 2017: innanzitutto le nevicate saranno meno intense con accumuli minori, ma soprattutto si tratterà di neve più “leggera”, caratterizzata da temperature ben al disotto dello zero e tassi di umidità più bassi, tipica caratteristica dell’aria gelida continentale di matrice siberiana. Nelle prossime ore continuerà a cadere la neve su tutto il territorio regionale, con fenomeni più intensi sulla Marsica, nell’aquilano, sull’alto Sangro e sulle zone montuose, meno intense altrove ma occasionalmente di moderata intensità, in particolar modo lungo la fascia costiera. Una graduale attenuazione dei fenomeni è prevista a partire dal pomeriggio, ad iniziare dal settore occidentale, mentre precipitazioni nevose continueranno ad interessare la fascia costiera e le zone collinari prossime alla costa anche se a carattere intermittente con temperature in ulteriore diminuzione. Nelle giornate di martedì e mercoledì il freddo risulterà ancora più intenso con temperature al disotto dello zero su gran parte del settore centro-occidentale, mentre sulla fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa assisteremo ancora ad annuvolamenti associati a precipitazioni a prevalente carattere nevoso. Da monitorare il cambio di circolazione atteso nella giornata di giovedì, a causa del possibile arrivo di masse d’aria calda (Garbino) che, se confermate, favoriranno un repentino scioglimento della neve alle quote medio-basse con conseguente aumento della portata d’acqua dei principali fiumi: ne riparliamo. L3

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di maltempo, cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni a prevalente carattere nevoso, più frequenti sulla Marsica, nell’aquilano, localmente di moderata intensità lungo la fascia costiera e sulle zone collinari che si affacciano sul versante adriatico. Accumuli al suolo attesi anche in pianura e lungo le coste. Dal pomeriggio assisteremo ad una graduale attenuazione dei fenomeni sulla Marsica e nell’aquilano, mentre rovesci di neve continueranno ad interessare, a fasi alterne, le aree costiere e le zone collinari prossime alla costa. Anche la giornata di martedì sarà caratterizzata da annuvolamenti consistenti sul settore orientale e costiero con precipitazioni, a carattere sparso ma prevalentemente nevose, più probabili lungo la fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa.

Temperature: In ulteriore diminuzione.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali con occasionali rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Generalmente molto mosso o agitato.