di martedì 16 ottobre 2018
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Paolo Serafini, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Perturbazione in attenuazione favorirà ancora annuvolamenti e rovesci in Abruzzo

Pubblicato da Giovanni De Palma lunedì 26 marzo 2018, 6:51 | 942 letture
Inserito nella categoria Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra penisola è interessata dal passaggio di una perturbazione di origine atlantica che, nella serata di ieri, ha raggiunto anche la nostra regione, favorendo un graduale peggioramento delle condizioni atmosferiche con rovesci soprattutto sul settore orientale e meridionale. Nelle prossime ore saranno ancora presenti annuvolamenti, localmente associati a rovesci, ma la tendenza è verso una graduale attenuazione della nuvolosità dalla tarda mattinata; nel pomeriggio torneranno a manifestarsi addensamenti sulle zone interne e montuose con possibilità di precipitazioni, in attenuazione in serata e in nottata. Tra martedì e giovedì assisteremo ad un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche anche se saranno possibili annuvolamenti a carattere sparso, più probabili a ridosso dei rilievi durante le ore centrali della giornata e nel corso del pomeriggio, ma senza fenomeni di rilievo. Le temperature torneranno gradualmente a salire nei prossimi giorni, in quanto saremo interessati dal transito di correnti atlantiche, ben più miti rispetto all’aria fredda che, nei giorni scorsi, ha favorito temperature al disotto delle medie anche sulla nostra regione: una perturbazione attraverserà il centro-nord e sarà preceduta da un rinforzo dei venti di Libeccio (probabile Garbino sul versante orientale), che favoriranno un deciso aumento delle temperature sulla nostra regione, mentre un peggioramento più deciso, accompagnato da forti venti occidentali, sembra possibile tra sabato e la giornata di Pasqua, ma si tratta di una situazione da analizzare nei prossimi aggiornamenti. Ma di sicuro non arriverà quello che è stato nominato “Hannibal”, altro nome destinato a creare confusione e una falsa percezione di ciò che potrebbe arrivare. Arriveranno le correnti atlantiche, più miti rispetto al freddo che ci ha interessato nei giorni scorsi, e saranno accompagnate dal transito di perturbazioni atlantiche.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo da nuvoloso a coperto con possibilità di precipitazioni, generalmente di debole intensità, più probabili sul settore orientale, in particolar modo nel pescarese e nel chietino e a ridosso dei rilievi, dove assumeranno carattere nevoso al disopra dei 1000-1200 metri. Dalla tarda mattinata assisteremo ad una graduale attenuazione della nuvolosità con ampie schiarite, ad iniziare dal settore occidentale, mentre nel corso del pomeriggio saranno possibili nuovi addensamenti a ridosso dei rilievi e sul settore occidentale con possibilità di precipitazioni, in attenuazione in serata e in nottata. Un graduale miglioramento è previsto nel corso della giornata di martedì.

Temperature: Generalmente stazionarie o in lieve aumento nei valori massimi.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali con occasionali rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Generalmente mosso.