Perturbazione atlantica favorirà annuvolamenti e precipitazioni da stasera e domenica

L’area di alta pressione che, nella giornata di ieri, ha favorito condizioni di tempo stabile e prevalentemente soleggiato sulle regioni centro-meridionali, si è ulteriormente attenuata e ciò ha favorito l’arrivo di una perturbazione di origine atlantica, proveniente dalla Francia che, a partire dalle prossime ore, favorirà un graduale aumento della nuvolosità e un progressivo peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulla nostra regione, dove sono attese precipitazioni, specie nel tardo pomeriggio-sera e nel corso della giornata di domenica con una nuova graduale diminuzione delle temperature. Temperature che, al momento, sono tornate ad disopra delle medie stagionali, soprattutto sulle zone collinari, alto collinari e montuose ma, a partire da domenica, è prevista una progressiva diminuzione a causa dell’arrivo di masse d’aria fredda provenienti dai vicini Balcani che favoriranno anche un graduale calo della quota neve sui nostri rilievi intorno ai 1400-1500 metri, in ulteriore calo nella giornata di lunedì intorno ai 700-900 metri, grazie al concomitante ingresso di un nucleo di aria fredda che favorirà la formazione di un minimo depressionario proprio sulle regioni centrali. Con questa configurazione il tempo non potrà che risultare instabile e a tratti perturbato su molte regioni italiane, Abruzzo compreso, tuttavia si tratta di una situazione molto complessa con dettagli che verranno fuori nei prossimi aggiornamenti; per quel che riguarda la tendenza sul lungo termine, si denota la possibilità di una poderosa retrogressione di un vasto ed intenso nucleo di aria gelida proveniente dall’artico russo che, alla base dei dati attuali, sembrerebbe spingersi verso l’Europa centro-orientale a partire dalla metà-fine della prossima settimana con scenari ancora tutti da analizzare.
Sulla nostra regioni si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso per la presenza di nubi alte e stratificate che tenderanno ulteriormente ad intensificarsi nel corso del pomeriggio, favorendo la possibilità di deboli precipitazioni, specie sull’alto aquilano e nel teramano, mentre dalla serata-nottata e nel corso della giornata di domenica assisteremo ad una graduale intensificazione delle precipitazioni su gran parte del territorio regionale, generalmente di debole o moderata intensità, nevose sui rilievi intorno ai 1400-1700 metri (localmente a quote lievemente più basse sui rilievi marsicani), in graduale lieve calo nel corso della seconda metà della giornata di domenica.
Temperature: Generalmente stazionarie con tendenza a graduale lieve diminuzione nel corso della seconda metà della giornata di domenica.
Venti: Deboli di direzione variabile o orientali. Da domenica pomeriggio tenderanno a provenire dai quadranti nord-orientali, rinforzando.
Mare: Generalmente poco mosso con moto ondoso in graduale aumento a partire da domenica pomeriggio.

error: Content is protected !!