Torna ad aumentare l'instabilità nelle prossime 48 ore, anche sulla nostra regione

Le nostre regioni meridionali continuano ad essere interessate dalla presenza di una vasta circolazione depressionaria in azione tra il Mar Ionio e la Grecia, che determina condizioni di tempo instabile soprattutto su Puglia, Basilicata e Calabria, dove si sono verificati e sono tuttora in atto rovesci e manifestazioni temporalesche, mentre venti moderati dai quadranti settentrionali interessano gran parte del settore adriatico centro-meridionale. La risalita verso i vicini Balcani dell’intera figura depressionaria in azione sulla Grecia, favorirà l’arrivo di nuovi impulsi di aria fresca ed instabile verso le regioni centro-settentrionali, in particolar modo verso le regioni adriatiche e, di conseguenza, torneranno a manifestarsi annuvolamenti e occasionali precipitazioni, localmente a carattere temporalesco, anche sulla nostra regione, specie dal pomeriggio-sera, in nottata e nella giornata di giovedì, con temperature che continueranno a risultare al disotto delle medie stagionali. Gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano, inoltre un probabile deciso miglioramento delle condizioni atmosferiche a partire dal pomeriggio-sera di sabato e nella giornata di domenica, a causa della rimonta di un promontorio di alta pressione di matrice nord africana che favorirà anche un progressivo aumento delle temperature su gran parte delle nostre regioni; alta pressione che, alla base dei dati attuali, continuerà ad interessare soprattutto le regioni centro-meridionali nel corso dei primi giorni della prossima settimana: vedremo.
Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso con annuvolamenti a ridosso dei rilievi e sulle zone pedemontane che si affacciano sul versante adriatico, mentre addensamenti localmente intensi potranno manifestarsi lungo la fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa con possibilità di rovesci, occasionalmente anche a carattere temporalesco, in estensione verso le zone alto collinari e montuose, specie tra la tarda mattinata e il tardo pomeriggio: non si escludono sconfinamenti verso l’Aquilano e l’alto Sangro, specie nel corso del pomeriggio. In serata e in nottata saranno possibili nuovi addensamenti sull’Adriatico centrale, in estensione verso le zone costiere, con possibilità di precipitazioni, in estensione verso le zone alto collinari e montuose nel corso della giornata di giovedì.
Temperature: Generalmente stazionarie o in lieve aumento le massime ma i valori risulteranno ancora al disotto delle medie stagionali.
Venti: Deboli o moderati dai quadranti settentrionali con rinforzi lungo la fascia costiera.
Mare: Mosso o molto mosso.

error: Content is protected !!