La perturbazione favorirà rovesci diffusi nelle prossime ore e un generale calo delle temperature a partire dal pomeriggio-sera e nella giornata di mercoledì

La nostra penisola è interessata da una perturbazione di origine atlantica che, nella serata di ieri, ha raggiunto le regioni centrali, favorendo la formazione di un minimo depressionario in graduale spostamento verso il settore adriatico centro-meridionale. Di conseguenza, sulla nostra regione, nelle prossime ore il tempo continuerà a risultare instabile e a tratti perturbato, con rovesci diffusi, nevosi sui rilievi, inizialmente al disopra dei 1500 metri, con quota neve in graduale calo nel pomeriggio intorno ai 600-800 metri, specie sui rilievi che si affacciano sul versante orientale. Dal pomeriggio, infatti, inizieranno a giungere masse d’aria molto fredda provenienti dai vicini Balcani, richiamate dall’azione del vortice depressionario in spostamento verso le regioni meridionali, aria fredda che favorirà un sensibile calo delle temperature, mantenendo attive condizioni di instabilità sul settore orientale e lungo la fascia costiera. Non si esclude una temporanea attenuazione della nuvolosità tra il primo pomeriggio e la serata, ma nuovi addensamenti torneranno ad interessare il settore costiero e le zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico tra stasera e la mattinata di mercoledì, con rovesci sparsi, nevosi intorno ai 500-700 metri. Dal pomeriggio di mercoledì assisteremo ad un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche ma le temperature, almeno fino a giovedì sera, si manterranno al disotto delle medie stagionali.

Immagine all’infrarosso ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 05.14: si vede chiaramente il minimo in formazione sulle regioni centro-meridionali che, dalle prossime ore, richiamerà aria fredda dai vicini Balcani

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse, più frequenti sul settore orientale e costiero, nevose sui rilievi, inizialmente, al mattino, al disopra dei 1400-1500 metri, con quota neve in graduale calo, a partire dal pomeriggio-sera, intorno ai 600-800 metri. Possibile una temporanea attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni tra la tarda mattinata e il pomeriggio, mentre dal tardo pomeriggio-sera e nella mattinata di mercoledì nuovi addensamenti torneranno ad interessare le zone montuose, il settore orientale e costiero con rovesci sparsi, nevosi intorno ai 500-700 metri, a causa dell’arrivo di masse d’aria fredda provenienti dai vicini Balcani. Un graduale miglioramento è atteso a partire dal pomeriggio di mercoledì. L1

Temperature: In generale e sensibile diminuzione a partire dal pomeriggio-sera.

Venti: Deboli dai quadranti nord-orientali, in rinforzo nel corso della mattinata.

Mare: Mosso o molto mosso con moto ondoso in ulteriore aumento.

Lascia un commento

error: Content is protected !!