Atteso generale peggioramento nelle prossime ore, caratterizzato dall’arrivo di masse d’aria gelida che favoriranno nevicate in pianura e lungo le coste, specie al centro-sud

Sulla nostra penisola il tempo è in peggioramento a causa dell’arrivo di masse d’aria gelida di origine artica che, a partire dalle prossime ore, si riverseranno anche sulle nostre regioni centro-meridionali adriatiche, favorendo una sensibile diminuzione delle temperature, rovesci diffusi, occasionalmente a carattere temporalesco, con nevicate che inizialmente interesseranno soprattutto le zone montuose al disopra dei 1000 metri, ma dal pomeriggio-sera, a causa dell’ulteriore calo delle temperature previsto, le nevicate tenderanno ad interessare dapprima le zone collinari e, entro le prime ore della giornata di giovedì, anche le aree costiere. Alla base dei dati attuali le giornate di giovedì e venerdì saranno caratterizzate da nevicate localmente di moderata intensità, che interesseranno le Marche, l’Abruzzo, il Molise e la Puglia, ma non solo, anche le regioni appenniniche e la Sicilia saranno interessate da precipitazioni nevose fino a bassa quota; sulla nostra regione la neve cadrà su gran parte del territorio regionale, interessando anche il settore occidentale, in particolar modo l’Aquilano, tuttavia i fenomeni più intensi riguarderanno soprattutto il settore orientale, specie le zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico. Un graduale miglioramento è previsto a partire dalla giornata di sabato con schiarite che inizieranno a manifestarsi dapprima sul settore occidentale e nel Teramano, in estensione verso le restanti zone entro la giornata dell’Epifania, tuttavia le temperature continueranno a risultare ben al disotto delle medie stagionali.

Immagine all’infrarosso ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 04.59

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con gelate diffuse al primo mattino, specie sulla Marsica, nell’Aquilano e nelle pianure che si affacciano sul versante orientale, tuttavia dalla tarda mattinata assisteremo ad un graduale aumento della nuvolosità ad iniziare dal Teramano e dalle aree costiere, dove saranno possibili rovesci, localmente a carattere temporalesco, accompagnati da raffiche di vento e temperature in generale diminuzione. Nel pomeriggio saranno possibili nevicate inizialmente al disopra dei 700-1000 metri, tuttavia la quota neve tenderà progressivamente ad abbassarsi e ad interessare dapprima le zone collinari al disopra dei 300-400 metri entro la serata; in nottata e nella giornata di giovedì, a causa dell’ulteriore calo delle temperature, le nevicate tenderanno ad interessare anche le aree pianeggianti e la fascia costiera, con probabili accumuli al suolo che risulteranno più consistenti sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico. Nel corso della serata-nottata, inoltre, le nevicate tenderanno ad interessare anche l’Aquilano. La giornata di giovedì sarà caratterizzata dal maltempo, con annuvolamenti diffusi sul settore centro-orientale associati a precipitazioni a prevalente carattere nevoso, anche in pianura e lungo le coste.

Temperature: In diminuzione, anche sensibile a partire dal pomeriggio-sera, ad iniziare dalle zone collinari e montuose.

Venti: Inizialmente deboli di direzione variabile o occidentali, tuttavia dal pomeriggio tenderanno a provenire dai quadranti settentrionali, rinforzando, specie lungo la fascia costiera e collinare.

Mare: Poco mosso o mosso al mattino, tuttavia dal pomeriggio è previsto un deciso aumento del moto ondoso con probabili mareggiate, attenzione. L2

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!