Intensa perturbazione in azione sulla Sardegna, in spostamento verso le regioni meridionali, favorirà un moderato peggioramento anche sulla nostra regione

La situazione meteorologica attuale è caratterizzata dalla presenza di una vasta circolazione depressionaria posizionata sulla Sardegna che, nelle prossime ore, tenderà ulteriormente ad approfondirsi e a spostarsi verso le regioni meridionali, provocando episodi di maltempo con rovesci diffusi, temporali, forti venti soprattutto sulle nostre isole maggiori. Lo spostamento di questa vasta figura depressionaria favorirà, inoltre, un richiamo di masse d’aria fredda provenienti dai vicini Balcani che, a partire dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio, determinerà la formazione di addensamenti anche sulla nostra regione, in particolare sul settore centro-orientale e sulle zone montuose, dove sono attese precipitazioni, occasionalmente a carattere temporalesco, nevose inizialmente al disopra dei 1000 metri. Inoltre, a partire da stasera, assisteremo all’arrivo di masse d’aria fredda che determineranno un ulteriore calo delle temperature anche sulla nostra regione; aria fredda che manterrà attive condizioni di instabilità con annuvolamenti associati a rovesci sparsi, più probabili sulle zone montuose, pedemontane e collinari, dove assumeranno carattere nevoso al disopra dei 300-500 metri, specie tra venerdì e sabato. Un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche è previsto a partire dalla seconda metà della giornata di sabato, a causa dell’ulteriore allontanamento della vasta figura depressionaria, anche se molto probabilmente si tratterà ancora una volta di un miglioramento temporaneo: vedremo.

Immagine all’infrarosso ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 05.45

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso con annuvolamenti più consistenti, al mattino, sulla Marsica e nell’Aquilano, dove non si escludono precipitazioni a carattere nevoso al disopra dei 500-700 metri. Parzialmente nuvoloso o nuvoloso sul settore orientale con possibili precipitazioni sparse al primo mattino, tuttavia la tendenza è verso un ulteriore aumento della nuvolosità tra la tarda mattinata e il pomeriggio con rovesci, occasionalmente a carattere temporalesco, in estensione verso le zone collinari e pedemontane che si affacciano sul versante adriatico, nevose inizialmente al disopra dei 700-1000 metri. Dalla serata è prevista, inoltre, una nuova graduale diminuzione delle temperature a causa dell’arrivo di masse d’aria fredda provenienti dai vicini Balcani che manterranno attive condizioni di instabilità tra venerdì e sabato con rovesci sparsi sul settore orientale e favoriranno un ulteriore abbassamento della quota neve intorno ai 300-500 metri.

Temperature: In diminuzione, anche sensibile dal tardo pomeriggio-sera.

Venti: Inizialmente deboli orientali o nord-orientali, in rinforzo dal pomeriggio-sera.

Mare: Generalmente mosso con moto ondoso in ulteriore aumento da stasera.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!