Veloce ma intensa perturbazione attesa nel pomeriggio-sera e nelle prime ore della mattinata di martedì: attesi rovesci, manifestazioni temporalesche e nevicate a bassa quota

Sulla nostra penisola la pressione è in diminuzione a causa dell’avvicinamento di un veloce sistema nuvoloso proveniente dalle Isole Britanniche, sospinto da masse d’aria fredda che, a partire dalla tarda mattinata, inizieranno ad interessare la nostra penisola, in particolare il settore adriatico, dove è previsto un graduale peggioramento delle condizioni atmosferiche, in estensione verso la nostra regione nelle prime ore del pomeriggio. L’arrivo dell’aria fredda favorirà un deciso aumento dell’instabilità con possibilità di temporali, localmente di moderata intensità, accompagnati da venti settentrionali in rinforzo, temperature in sensibile diminuzione e nevicate sui rilievi, in calo intorno ai 400-600 metri, specie in serata-nottata e nelle prime ore della mattinata di martedì. Probabili nevicate torneranno a manifestarsi nell’Aquilano e sul nostro capoluogo, mentre forti raffiche di vento interesseranno il settore costiero e l’Adriatico centrale, con moto ondoso in generale aumento e probabili mareggiate. Si tratterà di un peggioramento piuttosto intenso ma abbastanza veloce in quanto dalla tarda mattinata di martedì assisteremo ad un generale miglioramento delle condizioni atmosferiche a partire dal Teramano e dall’alto Aquilano, in estensione verso le restanti zone, anche se le temperature continueranno a risultare al disotto delle medie stagionali; si tratterà di un miglioramento temporaneo in quanto gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano un nuovo probabile peggioramento tra mercoledì sera e giovedì mattina, a causa dell’arrivo di una nuova perturbazione atlantica: vedremo.

Immagine all’infrarosso ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 05.13

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso per la presenza di nubi alte e stratificate che, nella prima parte della giornata, non produrranno fenomeni di rilievo, ma la tendenza è verso un graduale aumento della nuvolosità dalla tarda mattinata e nelle prime ore del pomeriggio, ad iniziare dal Teramano, dall’alto Aquilano e sulle zone montuose, con rovesci in intensificazione, anche a carattere temporalesco, localmente di forte intensità, in estensione verso la Valle Peligna, la Marsica e verso il settore orientale. Atteso, inoltre, un deciso rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali con forti raffiche durante i probabili temporali; dalla serata, inoltre, saranno possibili nevicate sui rilievi, in graduale calo intorno ai 400-600 metri, specie sul settore occidentale e sulle zone pedemontane che si affacciano sul versante adriatico. Non si escludono rovesci di neve tonda (graupeln) a quote molto basse o pianeggianti, specie durante i temporali, mentre sul settore occidentale della nostra regione saranno possibili temporali nevosi, specie in serata e in tarda serata. Residua instabilità con rovesci e nevicate a bassa quota nelle prime ore della mattinata di mercoledì, tuttavia nel corso della giornata è previsto un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche.

Venti previsti nel corso del pomeriggio-sera

Temperature: Stazionarie al mattino, in generale e sensibile diminuzione dal pomeriggio-sera e nel corso della nottata.

Venti: Inizialmente deboli occidentali con rinforzi sui rilievi; nel corso del pomeriggio tenderanno a provenire dai quadranti nord-occidentali, rinforzando. Possibili forti raffiche durante i probabili temporali, specie sul settore orientale e costiero.

Mare: Poco mosso al mattino, moto ondoso in generale aumento nel pomeriggio-sera con probabili mareggiate, attenzione.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!