Nucleo di aria fredda in discesa al centro-nord favorirà un graduale aumento dell’instabilità anche sulla nostra regione, specie nel pomeriggio-sera e nella giornata di lunedì

Sulla nostra penisola la pressione è in diminuzione a causa dell’arrivo di un impulso di aria fredda proveniente dall’Europa centro-occidentale che, a partire dalle prossime ore, favorirà un graduale aumento dell’instabilità sulle regioni centrali e sulla nostra regione, dove è previsto un graduale peggioramento delle condizioni atmosferiche, ad iniziare dalle zone interne, montuose e nel Teramano, in estensione verso il settore costiero, con possibili annuvolamenti e rovesci nel pomeriggio-sera. Attesa anche una graduale diminuzione delle temperature, più sensibile sulle regioni settentrionali.

Questa bellissima immagine ricevuta dal satellite russo METEOR M-N°2 ci mostra l’instabilità in atto sulle regioni settentrionali, in estensione verso le regioni centrali nel pomeriggio-sera:

Immagine al visibile ricevuta dal satellite russo METEOR M-N°2 intorno alle 09.51

L’instabilità continuerà a manifestarsi anche nella giornata di lunedì e, se da un lato al mattino assisteremo ad ampie schiarite, nel pomeriggio tornerà a manifestarsi l’instabilità con probabili formazioni temporalesche che, dalle zone montuose, tenderanno ad estendersi verso il settore orientale e costiero nel corso del pomeriggio, mentre rovesci di neve torneranno a manifestarsi sulle zone montuose al disopra dei 1600-1800 metri.

Per quel che riguarda la tendenza per il 1° Maggio, gli ultimi aggiornamenti evidenziano un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche con ampie schiarite al mattino e fenomeni di instabilità sulle zone interne e montuose nel corso del pomeriggio: vedremo.

Lascia un commento

error: Content is protected !!