Domenica all’insegna del maltempo su gran parte delle nostre regioni: attesi rovesci diffusi anche in Abruzzo, e l’instabilità continuerà a manifestarsi anche nei prossimi giorni

La nostra penisola risulta interessata da una perturbazione di origine atlantica proveniente dal Mediterraneo occidentale che, in queste ultime ore, ha determinato un ulteriore peggioramento delle condizioni atmosferiche su gran parte delle nostre regioni centro-meridionali, a causa della formazione di una vasta area depressionaria in approfondimento sul Canale di Sicilia, in spostamento verso le regioni centrali. Di conseguenza è lecito attendersi un ulteriore peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulla nostra regione dove, nelle prossime ore, continueranno a manifestarsi rovesci diffusi, localmente di moderata intensità sulla Marsica, nell’Aquilano e sulle zone montuose, mentre nel pomeriggio-sera precipitazioni di moderata intensità potranno temporaneamente estendersi verso il settore orientale e costiero, attenuandosi temporaneamente in tarda serata e in nottata.

Questa immagine al visibile ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 06.35 ci mostra la nostra penisola sotto un “tappeto” di nubi che, in queste ultime ore, hanno determinato rovesci anche sulla nostra regione: ma siamo soltanto all’inizio di questa nuova fase meteorologica e, nelle prossime ore, assisteremo ad una graduale intensificazione delle precipitazioni (miste a polvere/sabbia africana presente, al momento, in sospensione in quota), in particolare nel pomeriggio-sera, con una possibile temporanea attenuazione in serata e in tarda serata, ad iniziare dall’Alto Sangro, dal Chietino, in estensione verso il Pescarese e Teramano.

Immagine al visibile ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 06.35

Ecco le precipitazioni previste in serata e in nottata secondo il modello LAM del Consorzio LAMMA Regione Toscana, su base ECMWF:

Mappa delle precipitazioni previste nel pomeriggio-sera. A cura del Consorzio LAMMA – Regione Toscana. lamma.rete.toscana.it

Nella giornata di lunedì masse d’aria più fredda in arrivo dal Mediterraneo occidentale tenderanno a scorrere su masse d’aria più calda ed umida, favorendo lo sviluppo di sistemi temporaleschi sulle regioni meridionali, in risalita verso le regioni centrali. Di conseguenza non si escludono fenomeni temporaleschi di forte intensità, anche sulla nostra regione, accompagnati da raffiche di vento e da occasionali grandinate.

E non è tutto: alla base dei dati attuali, infatti, l’instabilità continuerà a manifestarsi per gran parte della prossima settimana, a causa dell’arrivo di un impulso di aria fredda proveniente dall’Europa settentrionali che, se confermato, favorirà un generale calo delle temperature, annuvolamenti, rovesci e manifestazioni temporalesche tra martedì e giovedì. Vedremo

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!