Lieve miglioramento rispetto ai giorni scorsi ma permane l’instabilità che i manifesterà sulle zone interne e sul settore occidentale, specie nel pomeriggio

La nostra penisola continua ad essere interessata da un nucleo di aria fredda, in spostamento verso l’Adriatico centro-meridionale, che continuerà a favorire condizioni di instabilità sulle regioni centro-meridionali, in particolare lungo la dorsale appenninica e sul settore adriatico, con probabili addensamenti pomeridiani associati a rovesci e a manifestazioni temporalesche, specie sulle zone montuose, in estensione verso basso Lazio, Campania e Basilicata. Rispetto ai giorni scorsi il tempo sulla nostra regione risulterà migliore, anche se continuerà a manifestarsi l’instabilità, specie sulle zone montuose e sul settore occidentale, in particolar modo nel corso del pomeriggio, mentre al mattino saranno presenti annuvolamenti anche sul settore orientale. La persistenza dell’instabilità e del nucleo di aria fredda sull’Adriatico centro-meridionale, favorirà un nuovo aumento dell’instabilità nella giornata di sabato, anche sulla nostra regione, in particolare dal pomeriggio-sera e nel corso della nottata, con annuvolamenti, possibili rovesci, occasionalmente a carattere temporalesco, che continueranno a manifestarsi nelle prime ore della mattinata di domenica ma tenderanno ad attenuarsi lungo la fascia costiera nel corso della mattinata, mentre torneranno ad intensificarsi sulle zone pedemontane, montuose e sul settore occidentale. Residua instabilità nella giornata di lunedì ma la tendenza è verso un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche.

Immagine al visibile ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 05.37

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con annuvolamenti consistenti sulle zone alto collinari, pedemontane, montuose e sul settore occidentale, dove non si escludono occasionali precipitazioni. Nel corso della mattinata saranno possibili ampie schiarite lungo la fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa, mentre addensamenti consistenti torneranno a manifestarsi sulle zone alto collinari e sulle zone montuose, dove non si escludono rovesci e manifestazioni temporalesche, specie nel pomeriggio, in estensione verso l’Alto Sangro, l’Aquilano, la Marsica e il vicino Lazio, ma in attenuazione in serata e in nottata. Tra la tarda mattinata e il tardo pomeriggio, inoltre, saranno possibili nuovi annuvolamenti lungo la fascia costiera e sulle zone collinari, con possibili occasionali precipitazioni sparse.

Temperature: Stazionarie ma ancora al disotto delle medie stagionali.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali, in rinforzo lungo la fascia costiera e sulle zone collinari.

Mare: Generalmente mosso con moto ondoso in ulteriore aumento.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!