Attese ancora temperature elevate sulla nostra regione ma l’alta pressione inizierà ad attenuarsi favorendo episodi di instabilità nel pomeriggio-sera sulle zone montuose e non solo

La nostra penisola continua ad essere interessata da un promontorio di alta pressione di matrice africana che, a partire dalle prossime ore, si estenderà verso le regioni centrali, determinando temperature ancora molto elevate anche sulla nostra regione dove, tuttavia, nel pomeriggio-sera, assisteremo ad un graduale aumento dell’instabilità, a causa del graduale cedimento dell’alta pressione che, nella giornata di domenica, sarà sostituita da masse d’aria fresca di origine atlantica che raggiungeranno le regioni centro-settentrionali, favorendo un marcato peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulla nostra regione, in particolare sul settore occidentale. Nelle prossime ore sono attese, tuttavia, temperature elevate sulla Marsica, sulla Valle Peligna, e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico, mentre nel pomeriggio assisteremo allo sviluppo di addensamenti a ridosso dei rilievi con possibilità di rovesci e manifestazioni temporalesche, in estensione verso le zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, in attenuazione in serata e in nottata. Nella giornata di sabato assisteremo ad un graduale aumento della nuvolosità a ad un progressivo rinforzo dei venti meridionali a causa dell’avvicinamento di una perturbazione atlantica che, nella giornata di domenica, attraverserà le regioni centro-settentrionali, provocando un’intensa fase di maltempo al nord e su parte delle regioni centrali: anche la nostra regione sarà interessata dal peggioramento che, tuttavia, risulterà più marcato sulla Marsica, nell’Aquilano, sulla Valle Peligna e sulle zone montuose, mentre sul settore orientale prevarranno i venti di Libeccio ed ampie schiarite, con probabile Garbino e temperature in ulteriore aumento, anche se in mattinata non si escludono temporali anche di forte intensità, seguiti da probabili ampie schiarite e venti in rinforzo. Vedremo.

Immagine al visibile ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 06.28

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo prevalentemente sereno con temperature massime in ulteriore aumento, specie sulla Marsica, nell’Aquilano, sulla Valle Peligna, Val Pescara e Val di Sangro, con valori massimi localmente superiori ai +36°C/+39°C, mentre lungo le coste le temperature risulteranno meno elevate rispetto alle restanti zone ma con tassi di umidità molto elevati. Nel pomeriggio assisteremo allo sviluppo di addensamenti sulle zone interne e montuose, associati a rovesci e a manifestazioni temporalesche, inizialmente più probabili sulla Marsica, sull’Alto Sangro, sulle zone montuose, in estensione verso le zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico. Non si escludono fenomeni di moderata intensità, con possibili occasionali sconfinamenti fin verso le zone collinari prossime alla costa o verso le coste, specie nel pomeriggio/tardo pomeriggio, mentre dalla serata assisteremo ad una graduale attenuazione della nuvolosità.

Temperature: In ulteriore lieve aumento, specie nei valori massimi, in particolare sulle zone interne e nelle principali valli della nostra regione. Afa lungo le coste.

Venti: Deboli a regime di brezza. Possibili colpi di vento durante i possibili temporali.

Mare: Generalmente quasi calmo o poco mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

Lascia un commento

error: Content is protected !!