Tempo instabile e a tratti perturbato su gran parte della nostra penisola, con annuvolamenti e rovesci anche sulla nostra regione. Nuovo intenso peggioramento al centro-nord nella giornata di domenica

La nostra penisola continua ad essere interessata da un’intensa perturbazione di origine atlantica che, nelle prossime ore, continuerà ad interessare soprattutto le regioni centro-meridionali e la Sardegna dove, a partire da stasera, è prevista la formazione e l’approfondimento di una vasta area depressionaria in spostamento verso le regioni nord-occidentali nel corso della giornata di domenica. Di conseguenza assisteremo ad un nuovo marcato peggioramento delle condizioni atmosferiche su gran parte delle nostre regioni, in particolare sulla Sardegna, sulle regioni tirreniche e sulle regioni settentrionali, tuttavia la “coda” di questa intensa perturbazione raggiungerà anche le restanti regioni centro-meridionali, favorendo un moderato peggioramento anche sulla nostra regione. A causa dell’approfondimento del minimo depressionario assisteremo, inoltre, ad un deciso rinforzo dei venti meridionali che raggiungeranno le regioni centro-meridionali, il settore tirrenico e, a seguire, l’Adriatico centro-settentrionale, con venti di Scirocco in deciso rinforzo e conseguenti mareggiate lungo le coste esposte e acqua alta sulla Laguna Veneta. Il maltempo non risparmierà la nostra regione dove, nelle prossime ore continueranno a manifestarsi rovesci, più frequenti sul settore occidentale, in sconfinamento verso il settore orientale e costiero, in temporaneo miglioramento nel tardo pomeriggio-sera, mentre nella giornata di domenica è atteso un nuovo peggioramento ad iniziare dal settore occidentale, in estensione verso le restanti zone, con forti venti di Libeccio sulle zone montuose e Scirocco sull’Adriatico centro-settentrionale. E non finisce qui purtroppo, in quanto dopo un temporaneo miglioramento atteso dalla serata-nottata di domenica, alla base dei dati attuali una nuova perturbazione atlantica raggiungerà la nostra penisola nel corso della seconda metà della giornata di lunedì.

Immagine all’infrarosso ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 05.18

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con annuvolamenti più consistenti sul settore occidentale dove sono attese precipitazioni localmente di moderata intensità, in estensione verso le zone montuose e verso il settore orientale. Possibili rovesci temporaleschi sulla Marsica e nell’Aquilano, mentre dal pomeriggio è previsto un graduale ma temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche ad iniziare dal Chietino, in estensione verso le restanti zone, in particolare sul settore adriatico, mentre sulla Marsica, nell’Aquilano e sull’Alto Sangro saranno ancora possibili annuvolamenti. Un nuovo peggioramento è previsto nella giornata di domenica, in particolare dalle prime ore della mattinata, ad iniziare dalla Marsica, dall’Aquilano, sull’Alto Sangro, in estensione verso il settore orientale con rovesci, localmente a carattere temporalesco, accompagnati da un deciso rinforzo dei venti meridionali (Libeccio sulle zone montuose, probabile Garbino sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico, Scirocco sull’Adriatico centrale) con conseguente ulteriore deciso aumento del moto ondoso e probabili mareggiate, attenzione.

Temperature: In aumento a causa del progressivo rinforzo dei venti meridionali.

Venti: Deboli meridionali (temporaneamente lungo le coste tenderanno a provenire dai quadranti settentrionali), mentre da domani assisteremo ad un deciso rinforzo dei venti meridionali con forti raffiche sulle zone montuose (Libeccio, con probabile Garbino sul versante adriatico, Scirocco sull’Adriatico centrale, localmente lungo le coste).

Mare: Molto mosso o agitato con possibili mareggiate. Nella giornata di domenica è previsto un ulteriore aumento del moto ondoso con mareggiate, attenzione.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

Lascia un commento

error: Content is protected !!