Una nuova perturbazione atlantica attraverserà la nostra penisola e favorirà un graduale peggioramento sul settore occidentale della nostra regione

Una nuova perturbazione atlantica ha raggiunto le regioni nord-occidentali della nostra penisola e, nel corso delle prossime ore, si estenderà sulle restanti regioni centro-meridionali, favorendo un graduale aumento della nuvolosità anche sulle regioni centrali, in particolare sul settore tirrenico e lungo la dorsale appenninica, dove non si escludono precipitazioni soprattutto nella seconda metà della giornata. La perturbazione, inoltre, sarà accompagnata da un progressivo rinforzo dei venti di Libeccio che, a partire dal pomeriggio, tenderanno ad intensificarsi anche sulla nostra regione, specie sulle zone appenniniche e sul versante adriatico, dove tornerà a soffiare il Garbino e le temperature subiranno un temporaneo aumento. Nei prossimi giorni, almeno fino a venerdì sera, la nostra penisola continuerà ad essere interessata da venti occidentali, localmente di moderata intensità, che determineranno lo sviluppo di addensamenti lungo la dorsale appenninica e sul settore tirrenico con possibili addensamenti sulla Marsica, nell’Aquilano e sulle zone montuose, localmente associati a precipitazioni sparse. Un nuovo peggioramento sembra possibile nel corso della giornata di domenica, specie dal pomeriggio-sera, a causa dell’arrivo di un sistema nuvoloso di origine atlantica, destinato ad attraversare gran parte delle nostre regioni entro la giornata di lunedì: vedremo.

Immagine al visibile ricevuta ieri dal satellite russo METEOR M N°2-2

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso per la presenza di nubi alte e stratificate che non produrranno fenomeni, anche se dal pomeriggio la nuvolosità tenderà a divenire via via più compatta, specie sulla Marsica, nell’Aquilano, sull’Alto Sangro e sulle zone montuose, con possibilità di precipitazioni, più probabili a ridosso dei rilievi, specie nel tardo pomeriggio-sera. Dal pomeriggio, inoltre, tenderanno ad intensificarsi venti di Libeccio, con probabile Garbino sul versante adriatico, accompagnate da raffiche localmente superiori ai 60-80 Km/h, specie sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico. Anche la giornata di giovedì sarà caratterizzata da venti occidentali, schiarite sul versante adriatico, addensamenti sul settore occidentale e sulle zone montuose con possibili precipitazioni.

Temperature: Stazionarie al mattino, in graduale aumento nel pomeriggio-sera, specie sul settore adriatico.

Venti: Inizialmente deboli di direzione variabile al mattino, tuttavia dal pomeriggio tenderanno a provenire dai quadranti sud-occidentali rinforzando, specie sulle zone montuose e sul versante orientale, con probabile Garbino e raffiche localmente superiori ai 60-80 Km/h.

Mare: Quasi calmo o poco mosso al mattino; moto ondoso in aumento dal pomeriggio-sera.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!