Corpi nuvolosi di origine atlantica accompagnati da venti occidentali continueranno a raggiungere la nostra penisola favorendo annuvolamenti e rovesci anche sulle regioni centrali

La nostra penisola continua ad essere interessata dal transito di corpi nuvolosi di origine atlantica, accompagnati da venti occidentali in rinforzo che, nelle prossime ore, si estenderanno verso le regioni centro-meridionali, favorendo annuvolamenti e possibili precipitazioni, in estensione dalle zone interne ed appenniniche verso il settore adriatico entro la serata. Un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche è atteso dalla seconda metà della giornata di sabato, in quanto al mattino saranno ancora possibili annuvolamenti e possibili rovesci sui settori costieri di Abruzzo e Molise, in miglioramento dalla tarda mattinata; si tratterà di un miglioramento temporaneo in attesa dell’arrivo di una nuova perturbazione atlantica che interesserà soprattutto le regioni centrali, ma determinerà un graduale aumento della nuvolosità anche sulle regioni centrali, anche se non si prevedono fenomeni di rilievo. Gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano, inoltre, un possibile deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche nel corso della prossima settimana, a causa della formazione di un’area di bassa pressione sulle Baleari, in probabile estensione verso la nostra penisola tra martedì e giovedì: vedremo.

Immagine all’infrarosso ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 06.07

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso sul settore orientale e costiero, con venti di Libeccio (Garbino) in rinforzo sulle zone pedemontane e collinari, mentre sul settore occidentale la nuvolosità risulterà più compatta ma al mattino non sono attese precipitazioni di rilievo, tuttavia nel corso della giornata, in particolare dal pomeriggio, assisteremo ad una graduale intensificazione della nuvolosità sulla Marsica, nell’Aquilano e sulle zone montuose, con rovesci localmente di moderata intensità, occasionalmente a carattere temporalesco, in estensione verso l’Alto Sangro, dal tardo pomeriggio-sera, anche sul settore orientale, interessando dapprima il Teramano e successivamente il Pescarese e il Chietino. Nelle prime ore della mattinata di sabato la nuvolosità sarà ancora presente nel Pescarese e nel Chietino, in particolare sui settori costieri, con possibili residue precipitazioni, in attenuazione e in miglioramento tra la tarda mattinata e il pomeriggio.

Temperature: Stazionarie ma ancora al disopra delle medie stagionali, specie sul settore adriatico, interessato dai venti di Libeccio (Garbino). Da stasera-notte è prevista una graduale diminuzione.

Venti: Moderati dai quadranti occidentali con rinforzi sulle zone montuose e pedemontane che si affacciano sul versante adriatico. Possibili forti raffiche, localmente superiori ai 60-80 Km/h. Da stasera tenderanno a provenire dai quadranti nord-occidentali, specie sul settore adriatico.

Mare: Poco mosso con moto ondoso in aumento nel corso della giornata, in particolare nel pomeriggio-sera.

Giovanni De Palma – AbruzzoMete

Lascia un commento

error: Content is protected !!