Un impulso di aria fredda raggiungerà le regioni centro-meridionali adriatiche a partire da stanotte e nel fine settimana: temperature in sensibile diminuzione e nevicate anche a bassa quota

Il promontorio di alta pressione che ha favorito condizioni di tempo stabile tra la Vigilia di  Natale e la giornata di Santo Stefano, tenderà temporaneamente ad attenuarsi e a ritirarsi verso la penisola iberica, favorendo l’arrivo di masse d’aria fredda provenienti dall’Europa orientale che, alla base dei dati attuali, si dirigeranno principalmente verso le regioni centro-meridionali adriatiche, provocando una generale e sensibile diminuzione delle temperature, fenomeni di instabilità, rovesci, anche a carattere temporalesco, nevicate fino a bassa quota. L’aria fredda raggiungerà anche la nostra regione a partire dalla tarda serata di oggi, provocando la formazione di sistemi nuvolosi sull’Adriatico centrale, a causa delle temperature dei mari che risultano abbastanza elevate per il periodo; sistemi nuvolosi temporaleschi che stanotte si estenderanno verso le Marche, l’Abruzzo, il Molise e la Puglia garganica, accompagnati da un deciso rinforzo dei venti di Grecale e temperature in generale diminuzione. Tra sabato e domenica, l’aria fredda in arrivo continuerà a provocare annuvolamenti su Abruzzo, Molise e Puglia con rovesci sparsi, più frequenti sulle zone montuose, pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, con nevicate in graduale abbassamento intorno ai 300-400 metri, specie su Abruzzo, Molise e Gargano. Non si escludono rovesci di neve a quote più basse o pianeggiati, ma si tratterà di neve granulare, graupeln, tipica nei fenomeni temporaleschi. Un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche è previsto a partire dal pomeriggio-sera di lunedì, ad iniziare dalla nostra regione, in estensione verso le restanti regioni centro-meridionali.

Immagine all’infrarosso ricevuta ieri dal satellite NOAA-19 intorno alle 05.54

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con annuvolamenti nel corso della giornata ma senza fenomeni di rilievo. Dalla serata e nel corso della nottata tenderanno a formarsi addensamenti nuvolosi sull’Adriatico centrale, a prevalente carattere temporalesco, in estensione verso la nostra regione con rovesci, possibilità di temporali accompagnati da raffiche di vento. Rovesci nevosi sui rilievi al disopra dei 1300-1400 metri, in graduale calo fino a quote collinari nella giornata di sabato, tuttavia non si escludono rovesci di neve granulare fino a quote molto basse, specie durante i possibili temporali. Nella giornata di sabato la quota neve tenderà ad abbassarsi intorno ai 300-400 metri, con rovesci più frequenti sulle zone montuose, pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, mentre lungo le coste le precipitazioni risulteranno meno frequenti ed a carattere sparso. Temperature in sensibile calo nel weekend.

Temperature: Stazionarie nelle prossime ore ma in generale e sensibile diminuzione a partire da stanotte e nel corso della giornata di sabato.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali, specie al mattino e nel pomeriggio; da stanotte tenderanno a provenire dai quadranti nord-orientali rinforzando. Forti venti di Grecale nel fine settimana con probabili mareggiate.

Mare: Poco mosso o localmente mosso ma da stasera è previsto un graduale aumento del moto ondoso, specie in tarda serata-nottata e nella giornata di sabato con possibili mareggiate.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!