Masse d’aria fredda hanno raggiunto le regioni adriatiche favorendo episodi di instabilità e venti in rinforzo. Nelle prossime ore attesa una generale diminuzione delle temperature

La nostra penisola è interessata dall’arrivo di masse d’aria fredda provenienti dall’Europa orientale che, in queste ultime ore, hanno raggiunto l’Adriatico centro-settentrionale, provocando la formazione di annuvolamenti e temporali che hanno dato luogo a rovesci su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia; nelle prossime ore i venti di Grecale tenderanno ad intensificarsi, determinando una progressiva diminuzione delle temperature, annuvolamenti su gran parte delle regioni adriatiche e al meridione, dove sono attesi rovesci, nevosi fino a bassa quota, in calo intorno ai 300-400 metri anche sulla nostra regione. I venti in rinforzo favoriranno, inoltre, un deciso aumento del moto ondoso con mareggiate lungo le coste adriatiche e manterranno attive condizioni di instabilità almeno fino alla giornata di lunedì, con annuvolamenti consistenti sulle zone montuose, pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, dove non mancheranno rovesci, nevosi fino a quote collinari. Un ulteriore miglioramento delle condizioni atmosferiche è atteso nelle giornate di martedì e mercoledì, a causa della rimonta di un promontorio di alta pressione che dovrebbe garantire un tempo decisamente migliore la sera di San Silvestro e, molto probabilmente, anche a Capodanno: vedremo.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con annuvolamenti consistenti sulle zone collinari, pedemontane e montuose che si affacciano sul versante adriatico, dove saranno possibili rovesci sparsi e nevicate al disopra dei 500-700 metri al primo mattino, in graduale calo intorno ai 300-400 metri nel corso della mattinata e nella seconda metà della giornata. Annuvolamenti saranno possibili anche nell’Aquilano, specie nel corso della giornata, con possibili precipitazioni sparse a prevalente carattere nevoso. Anche la giornata di domenica sarà caratterizzata da un tempo molto freddo con residui addensamenti sulle zone montuose e pedemontane che si affacciano sul versante adriatico, dove non si escludono precipitazioni nevose, mentre schiarite alternate ad annuvolamenti saranno possibili sull’Alto Aquilano, lungo la fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa.

Temperature: In sensibile diminuzione, anche di 7°/9°C in meno rispetto ai giorni scorsi.

Venti: Moderati dai quadranti nord-orientali con possibili rinforzi nel Pescarese e nel Chietino.

Mare: Molto mosso o agitato con mareggiate.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

Lascia un commento

error: Content is protected !!