L’aria fredda ha raggiunto la nostra penisola ed ha provocato un sensibile calo delle temperature con rovesci di neve fino a quote molto basse o pianeggianti. Tempo molto freddo ed instabile anche nelle prossime ore

La nostra penisola è interessata dall’arrivo di un nucleo di aria molto fredda, proveniente dall’Europa orientale e dalla Russia, che in queste ultime ore ha provocato un sensibile calo delle temperature e fenomeni di instabilità su gran parte delle regioni adriatiche dove, a causa delle basse temperature presenti, i fenomeni risultano a prevalente carattere nevoso, anche in pianura, con accumuli sulle zone collinari, alto collinari e montuose. Nelle prossime ore il tempo continuerà ad essere caratterizzato da condizioni di instabilità provocate dalla persistenza di masse d’aria fredda su gran parte delle regioni adriatiche e, di conseguenza, si prevedono annuvolamenti diffusi su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia, con precipitazioni localmente a carattere di rovescio, nevose anche a quote molto basse o pianeggianti, con possibili sconfinamenti anche verso le aree costiere. Inoltre, rispetto alla giornata di ieri, i fenomeni nevosi tenderanno a spingersi anche verso le zone appenniniche e verso il settore occidentale della nostra regione, interessando soprattutto l’Aquilano, dove non mancheranno nevicate a carattere intermittente; a partire da stasera il nucleo di aria fredda tenderà gradualmente a spostarsi verso il Tirreno centro-meridionale, favorendo la formazione e l’approfondimento di un’area depressionaria di matrice afro-mediterranea che, tra mercoledì sera e venerdì, si estenderà verso le nostre regioni centro-meridionali, determinando una fase di maltempo con temperature in aumento sulle regioni adriatiche, venti di scirocco in rinforzo, probabili mareggiate sulle coste adriatiche, precipitazioni diffuse, localmente intense, nevose sui rilievi appenninici al disopra dei 1000 metri ma, inizialmente, tra mercoledì sera e giovedì mattina, la neve potrà cadere in maniera più decisa sulla Marsica, nell’Aquilano e sull’Alto Sangro. Piogge diffuse interesseranno i settori collinari e costieri di Marche, Abruzzo e Molise, specie tra giovedì e venerdì.

Immagine all’infrarosso ricevuta ieri sera dal satellite russo METEOR M N°2

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con annuvolamenti più consistenti sulle zone montuose, pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, con precipitazioni generalmente deboli o localmente moderate, a prevalente carattere nevoso. Le nevicate potranno interessare anche le zone pianeggianti e la fascia costiera, ma i fenomeni risulteranno intermittenti, specie in mattinata; annuvolamenti e rovesci a prevalente carattere nevoso si spingeranno anche verso l’Aquilano, mentre ampie schiarite sono attese ancora sulla Marsica, anche se le temperature risulteranno ben al disotto delle medie stagionali. Dal pomeriggio-sera e nel corso della nottata le precipitazioni torneranno ad intensificarsi sul settore orientale e costiero e risulteranno nevose fino a quote molto basse o pianeggianti.

Temperature: Stazionarie o in ulteriore lieve diminuzione, specie nei valori minimi.

Venti: Moderati dai quadranti settentrionali con rinforzi sulle zone montuose e sul versante orientale.

Mare: Molto mosso o agitato.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!