Instabilità in ulteriore aumento nelle prossime ore e nella giornata di mercoledì: attesi rovesci e manifestazioni temporalesche su gran parte delle regioni centrali a partire dal pomeriggio

Sulla nostra penisola la pressione è in diminuzione a causa dell’avvicinamento di una perturbazione proveniente dal Mediterraneo occidentale che, nella giornata di ieri, ha favorito lo sviluppo di temporali soprattutto sulla Sardegna e in Toscana ma, a partire dalle prossime ore, a causa dello spostamento della perturbazione verso le nostre regioni centrali, assisteremo ad una graduale intensificazione dell’instabilità, ad iniziare dalle zone montuose, in estensione verso le zone interne del Pescarese, verso il Teramano e, successivamente verso l’Ascolano, il Fermano e il settore occidentale della nostra regione, specie in serata. Non si escludono temporali notturni sull’Adriatico centrale e, localmente, lungo la fascia costiera, mentre nella giornata di mercoledì l’instabilità si estenderà su gran parte del settore occidentale della nostra regione, sulle zone montuose e sulle zone collinari che si affacciano sul versante adriatico, con possibilità di rovesci e temporali che, entro la serata-nottata, potranno interessare anche il settore costiero. Un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche è previsto a partire dalla giornata di giovedì, anche se non si escludono possibili disturbi (fenomeni di instabilità pomeridiana sui rilievi) provocati dall’arrivo di masse d’aria fresca provenienti dall’Europa centrale, specie nelle giornate di venerdì e sabato: vedremo.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con possibili annuvolamenti nel Chietino, nel Vastese, specie al primo mattino; la tendenza è verso un graduale aumento della nuvolosità a ridosso dei rilievi con possibilità di rovesci e manifestazioni temporalesche, in estensione verso le zone interne del Pescarese, verso il Teramano e verso le vicine Marche, con possibili sconfinamenti verso le zone collinari prossime alla costa o lungo la fascia costiera. Nel tardo pomeriggio e in serata la nuvolosità e i rovesci, anche a carattere temporalesco si estenderanno anche verso l’Alto Aquilano, mentre in nottata e nella mattinata di mercoledì saranno possibili addensamenti e rovesci temporaleschi sulle zone interne ma, localmente anche sul settore costiero e sull’Adriatico centrale; nel corso della giornata i temporali si estenderanno verso l’Aquilano, la Valle Peligna, la Marsica e l’Alto Sangro, nonché sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico.

Temperature: Generalmente stazionarie con probabile diminuzione a partire dal pomeriggio-sera.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali o nord-orientali, specie sul settore adriatico; occidentali sulle zone interne e montuose. Possibili colpi di vento durante i temporali.

Mare: Poco mosso con moto ondoso in graduale aumento.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

Lascia un commento

error: Content is protected !!