Sarà un venerdì ancora caratterizzato da temperature molto elevate soprattutto sulle regioni centrali ma torna ad aumentare l’instabilità lungo la dorsale appenninica. Probabile break temporalesco e calo termico nei primi giorni della prossima settimana

La nostra penisola continua ad essere interessata da un’area di alta pressione di matrice nord africana che determina condizioni di tempo stabile, prevalentemente soleggiato ma con temperature abbondantemente al disopra delle medie stagionali, anche se tra sabato e domenica l’anticiclone inizierà ad attenuarsi, favorendo un graduale lieve calo delle temperature e un aumento dell’instabilità pomeridiana anche lungo la dorsale appenninica. Gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano, inoltre, un probabile break temporalesco nei primi giorni della prossima settimana, in particolare nella giornata di martedì, a causa del probabile ingresso di masse d’aria fresca di origine atlantica che, molto probabilmente, determineranno anche un generale calo delle temperature e diffusi fenomeni di instabilità, anche di forte intensità, non solo al nord ma anche sulle regioni centro-meridionali. Ma nelle prossime ore il caldo intenso continuerà ad interessare gran parte delle nostre regioni con valori molto elevati anche su Marche, Abruzzo e Molise, in particolare sulla Marsica, nell’Aquilano e sulla Valle Peligna, dove le temperature potranno nuovamente raggiungere i +36°C/+38°C, mentre l’afa continuerà ad essere presente lungo la fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con possibili annuvolamenti sulle zone montuose, specie durante le ore centrali della giornata e nel corso del pomeriggio: non si escludono occasionali rovesci, specie sull’Alto Sangro, in particolare nel tardo pomeriggio, in attenuazione in serata e in nottata. Temperature ancora molto elevate con valori che potranno nuovamente raggiungere e occasionalmente superare i +36°C/+38°C sulla Marsica, +37°C/+39°C nell’Aquilano, sulla Valle Peligna e localmente in Val Pescara e in Val di Sangro. Temperature meno elevate lungo la fascia costiera dove, tuttavia, l’afa risulterà particolarmente fastidiosa. Nella giornata di sabato sono attesi annuvolamenti, possibili fenomeni di instabilità sulle zone montuose e un lieve calo delle temperature sul settore adriatico.

Temperature: Stazionarie o in lieve ulteriore aumento sul settore occidentale della nostra regione ma con valori ben al disopra delle medie stagionali.

Venti: Deboli a regime di brezza, mentre da stanotte tenderanno a provenire da Maestrale, specie sull’Adriatico centrale.

Mare: Quasi calmo o poco mosso con moto ondoso in aumento nelle prime ore della mattinata di sabato.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!