L’anticiclone africano inizierà gradualmente ad attenuarsi nel fine settimana, tuttavia le temperature risulteranno ancora particolarmente elevate al centro-sud. Confermato deciso peggioramento tra lunedì e mercoledì

Sulla nostra penisola è ancora presente un promontorio di alta pressione di matrice nord africana che determina condizioni di tempo stabile e prevalentemente soleggiato soprattutto sulle regioni centro-meridionali, con temperature abbondantemente al disopra delle medie stagionali e valori massimi che, nella giornata di ieri, hanno raggiunto i +38°C/+40°C, specie sul settore occidentale della nostra regione, mentre tassi di umidità molto elevati continuano ad essere presenti lungo la fascia costiera e collinare. A partire dalle prossime ore, come annunciato nei precedenti aggiornamenti, inizieremo ad assistere ad una graduale attenuazione dell’alta pressione che, nel fine settimana, favorirà un graduale rinforzo dei venti di maestrale su Abruzzo, Molise e Puglia, e un aumento dell’instabilità lungo la dorsale appenninica con probabili addensamenti, rovesci e manifestazioni temporalesche nel pomeriggio-sera. Inoltre, come anticipato nei precedenti aggiornamenti, a partire da lunedì assisteremo ad una progressiva ed ulteriore attenuazione dell’anticiclone africano e, di conseguenza, masse d’aria fresca di origine atlantica raggiungeranno le regioni centro-settentrionali e si spingeranno verso il settore adriatico centro-meridionale tra lunedì sera e mercoledì, determinando un marcato peggioramento delle condizioni atmosferiche con elevata probabilità di temporali di forte intensità che si estenderanno anche verso Marche, Abruzzo, Molise e Puglia entro la giornata di martedì, con conseguente generale e sensibile calo delle temperature su gran parte delle nostre regioni. Alla base dei dati attuali, dunque, anche sulla nostra regione il caldo tenderà ad attenuarsi nei primi giorni della prossima settimana, ma con probabili temporali di forte intensità, accompagnati da raffiche di vento e da occasionali grandinate.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo sereno o poco nuvoloso con possibili annuvolamenti al mattino sul settore orientale e lungo la fascia costiera, tuttavia nel pomeriggio e nel tardo pomeriggio aumenterà la probabilità di addensamenti consistenti sulle zone montuose, dove non si escludono rovesci e manifestazioni temporalesche sparse, in estensione verso l’Aquilano, la Marsica e, localmente, verso l’Alto Sangro ma in attenuazione in serata e in nottata. Temperature ancora piuttosto elevate sul settore occidentale della nostra regione con punte massime localmente superiori ai +36°C/+38°C, mentre sul settore orientale e costiero i valori risulteranno lievemente inferiori rispetto alle restanti zone ma sarà ancora presente l’afa, in particolare lungo la fascia costiera e collinare. Poche novità nella giornata di domenica, sarà ancora caratterizzata dal tempo stabile con possibili addensamenti pomeridiani lungo la dorsale appenninica, occasionalmente associati a rovesci temporaleschi, in attenuazione in serata e in nottata; le temperature risulteranno ancora al disopra delle medie stagionali ma la tendenza è verso una graduale diminuzione, specie sul settore adriatico.

Temperature: Stazionarie o in lieve diminuzione rispetto alla giornata di ieri, specie sul settore orientale e costiero, ma con valori ancora ben al disopra delle medie stagionali.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali con possibili rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Quasi calmo o poco mosso con moto ondoso in lieve aumento durante le ore centrali della giornata.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!