Un nucleo di aria fresca di origine atlantica ha raggiunto le regioni settentrionali e, a partire dalle prossime ore si estenderà verso le regioni centrali, favorendo un marcato peggioramento del tempo, temperature in diminuzione e temporali di forte intensità

L’anticiclone africano sta definitivamente abbandonando anche le regioni centro-meridionali, a causa dell’arrivo di un nucleo di aria fresca di origine atlantica che, in queste ultime ore, ha favorito lo sviluppo di forti temporali sulle regioni settentrionali e su parte di quelle centrali; a partire dalle prossime ore l’aria fresca si estenderà gradualmente verso le regioni centrali, specie nel pomeriggio-sera e in nottata, determinando un marcato peggioramento delle condizioni atmosferiche su Marche, Abruzzo e Molise, con possibilità di temporali anche di forte intensità, accompagnati da raffiche di vento e da occasionali grandinate, attenzione. Impossibile individuare dove colpiranno i fenomeni più intensi, tuttavia dal pomeriggio-sera aumenterà la probabilità di assistere allo sviluppo di intensi temporali sulle zone collinari e costiere di Marche e Abruzzo, mentre dalla serata-nottata i temporali tenderanno a formarsi sull’Adriatico centrale e ad interessare le aree costiere e collinari della nostra regione. Successivamente, nella giornata di mercoledì, l’aria fresca continuerà ad affluire sulle regioni adriatiche, favorendo annuvolamenti, rovesci e possibilità di temporali su Marche, Abruzzo e Molise, con fenomeni in estensione anche verso il settore occidentale e temperature in generale diminuzione, anche di oltre 10°C rispetto ai valori che si registrano in queste ultime ore. Un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche sembra probabile a partire dalla giornata di venerdì: vedremo.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso nell’Aquilano, sulla Marsica e sull’Alto Sangro, mentre ampie schiarite interesseranno le restanti zone, complici i venti di Libeccio (Garbino sul versante orientale) che soffieranno ancora in mattinata. Dal pomeriggio i venti di Libeccio tenderanno ad attenuarsi e inizierà ad aumentare la probabilità di assistere allo sviluppo di forti temporali a carattere sparso, specie sulle zone collinari e costiere del Teramano e del Pescarese: qualora si formeranno questi fenomeni, potranno risultare anche di forte intensità, ed essere accompagnati da violente raffiche di vento e da occasionali grandinate, attenzione. Dal tardo pomeriggio-sera annuvolamenti, rovesci e possibili temporali riguarderanno anche l’Alto Aquilano e il Teramano, mentre dalla serata e nel corso della nottata si prevedono temporali sull’Adriatico centrale, in estensione verso il settore orientale e costiero della nostra regione, con possibili fenomeni di forte intensità. Nella giornata di mercoledì i fenomeni si estenderanno anche sul settore occidentale della nostra regione, con temperature in generale diminuzione.

Temperature: Stazionarie o in temporaneo aumento al mattino, specie sul settore adriatico. In diminuzione a partire da stasera.

Venti: Occidentali o sud-occidentali con possibili rinforzi sulle zone montuose e sul settore adriatico. Garbino ancora in mattinata su gran parte del settore adriatico.

Mare: Poco mosso o mosso con moto ondoso in aumento nel corso della giornata.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!