Inizio di settimana con tempo in graduale miglioramento ma una nuova perturbazione di origine nord atlantica si estenderà verso le regioni centro-settentrionali a partire da martedì

Sulla nostra penisola il tempo è in miglioramento a causa dell’ulteriore spostamento della perturbazione verso la Grecia e verso il Mediterraneo orientale e, di conseguenza, nelle prossime ore assisteremo ad ampie schiarite anche sulle regioni centrali, anche se non si escludono foschie e banchi di nebbia soprattutto nelle valli interne della Marsica e dell’Aquilano, specie durante le ore più fredde della giornata. Ma come anticipato nei precedenti aggiornamenti, si tratterà di una fase temporanea in attesa dell’arrivo di una nuova perturbazione di origine nord atlantica che si estenderà verso le nostre regioni centro-settentrionali a partire da martedì, segnando l’inizio di una fase meteorologica caratterizzata dal susseguirsi di perturbazioni atlantiche per gran parte della settimana e, molto probabilmente, anche nella prima decade del mese di Dicembre. La perturbazione in arrivo martedì sarà accompagnata anche da un progressivo calo delle temperature che sulle regioni nord-occidentali, favorirà il ritorno della neve anche a quote molto basse o pianeggianti, ma la neve tornerà ad interessare anche i rilievi appenninici a quote medio-basse, in particolare i rilievi che si affacciano ad ovest: vedremo.

Immagine IR NOAA-18

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso per la presenza di residui annuvolamenti, in ulteriore attenuazione nel corso della giornata e conseguenti ampie schiarite. Foschie dense e banchi di nebbia interesseranno le valli interne della Marsica e dell’Aquilano, in diradamento durante le ore centrali della giornata. Nella giornata di martedì la nuvolosità tornerà ad aumentare, specie nel pomeriggio-sera, in particolare sul settore occidentale, con precipitazioni in intensificazione, nevosi sui rilievi.

Temperature: Generalmente stazionarie o in lieve diminuzione, specie nei valori minimi.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali con possibili residui rinforzi sulle zone collinari e costiere.

Mare: Generalmente mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!