Un’intensa perturbazione in azione al centro-nord favorirà un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche nella seconda metà della giornata. Una nuova perturbazione attesa tra venerdì e domenica

La nostra penisola è interessata da una perturbazione di origine nord atlantica che, nelle prossime ore determinerà un ulteriore peggioramento delle condizioni atmosferiche al centro-nord, con annuvolamenti, rovesci, possibilità di temporali, venti in rinforzo, temperature in diminuzione e nevicate fino a quote molto basse o pianeggianti al nord, mentre copiose nevicate sono attese sui rilievi appenninici al disopra dei 1000-1300 metri. Anche le regioni centrali saranno dunque interessate dal peggioramento, già in atto a dire il vero, ma con fenomeni in intensificazione nella seconda metà della giornata, a causa della formazione di un intenso sistema nuvoloso provocato dalla confluenza tra l’aria fredda in arrivo e masse d’aria più calda in risalita dalle regioni nord africane: il risultato sarà lo sviluppo di una perturbazione in estensione verso Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise nel pomeriggio-sera, con associati forti rovesci, anche a carattere temporalesco, forti raffiche di vento e copiose nevicate sui rilievi, più probabili sui rilievi che si affacciano ad ovest. Nella giornata di giovedì assisteremo ad un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche, previsto soprattutto nel pomeriggio-sera, mentre da venerdì, come anticipato nei precedenti aggiornamenti, una nuova intensa perturbazione di origine nord atlantica si estenderà verso la nostra penisola e sarà preceduta da un rinforzo dei venti di Libeccio (Garbino impetuoso sul settore adriatico) e un conseguente peggioramento del tempo che proseguirà almeno fino alla giornata di domenica.

Immagine IR NOAA-19

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo da nuvoloso a coperto con possibili precipitazioni a carattere sparso e foschie/nebbie nelle valli della Marsica e dell’Aquilano, specie al primo mattino. Nel corso della giornata, in particolare dal pomeriggio-sera, è previsto un ulteriore peggioramento delle condizioni atmosferiche con precipitazioni in intensificazione, in particolare sulla Marsica, nell’Aquilano e sull’Alto Sangro, con possibilità di temporali e nevicate sui rilievi al disopra dei 1300 metri, localmente anche a quote lievemente inferiori, specie in caso di forti precipitazioni. Le precipitazioni, inoltre, si estenderanno anche verso il Teramano, il Pescarese e il Chietino, risultando localmente di moderata intensità, specie sulle zone pedemontane e collinari, accompagnate da venti meridionali in rinforzo, specie nel Pescarese, nel Chietino e sull’Alto Sangro. Una graduale attenuazione dei fenomeni è prevista in tarda nottata e nelle prime ore della mattinata di giovedì, specie sulla Marsica, sull’Alto Aquilano e nel Teramano, mentre annuvolamenti e residue precipitazioni continueranno a manifestarsi, occasionalmente, nel Pescarese, nel Chietino e sull’Alto Sangro, in attenuazione entro il pomeriggio-sera.

Temperature: In diminuzione, specie nei valori massimi, in particolare sul settore occidentale della nostra regione.

Venti: Moderati dai quadranti meridionali, in rinforzo nel pomeriggio-sera, specie sul settore occidentale, nel Pescarese e nel Chietino.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso con moto ondoso in ulteriore aumento.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!