Tempo in ulteriore peggioramento nel pomeriggio-sera e nella giornata di domenica con forti venti meridionali e precipitazioni sul settore occidentale. Rovesci, temporali e forti venti di Scirocco nella giornata di domenica

La nostra penisola è interessata da un’intensa perturbazione di origine nord atlantica, sospinta da masse d’aria fredda che raggiungono la penisola iberica e il Mediterraneo occidentale e determinano un deciso rinforzo dei venti dai quadranti meridionali soprattutto al centro-sud, dove nelle prossime ore sono attesi ancora forti venti di Libeccio, in rotazione a Scirocco sulle regioni adriatiche. Il maltempo attualmente si manifesta soprattutto sulle regioni settentrionali con precipitazioni diffuse, nevose anche a bassa quota ma, a partire dalle prossime ore, la perturbazione si sposterà gradualmente verso le regioni centrali, favorendo un progressivo peggioramento delle condizioni atmosferiche su Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise e, nella seconda metà della giornata di domenica, su Campania, Calabria, Basilicata e Puglia. La confluenza tra masse d’aria calda in risalita verso le regioni centro-meridionali con l’aria molto fredda in quota in arrivo dalla Francia e dal Mediterraneo occidentale, determinerà lo sviluppo di intensi sistemi nuvolosi sul Tirreno centro-meridionale, in risalita verso le nostre regioni peninsulari, con probabili temporali di forte intensità, specie nella giornata di domenica, con peggioramento che si manifesterà anche sulla nostra regione, accompagnato da forti venti di Scirocco nel Teramano, Pescarese e Chietino, specie sulle zone collinari e costiere, con conseguenti mareggiate. Schiarite sono attese nella giornata di lunedì, tuttavia una nuova perturbazione sembra destinata a raggiungere la nostra penisola a partire da martedì: vedremo.

Immagine IR NOAA-18

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con annuvolamenti più consistenti sulla Marsica e nell’Aquilano, dove non si escludono precipitazioni sparse. Forti venti meridionali (Libeccio) interesseranno le zone interne, collinari e montuose con probabile Garbino sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico, mentre lungo la fascia costiera tornerà a soffiare lo Scirocco. Un ulteriore aumento della nuvolosità è previsto in nottata e nelle prime ore della giornata di domenica, con precipitazioni in intensificazione, anche a carattere temporalesco, inizialmente più probabili sul settore occidentale della nostra regione, in particolare sulla Marsica, nell’Aquilano e sull’Alto Sangro, in estensione verso il Teramano, il Pescarese e il Chietino nel corso della mattinata di domenica. Nevicate sui rilievi al disopra dei 1000-1300 metri. Peggioramento accompagnato da forti venti di Scirocco, specie lungo la fascia costiera e collinare con probabili mareggiate, attenzione. Dal pomeriggio di domenica sono attese schiarite ad iniziare dal settore occidentale, con temperature in graduale diminuzione.

Temperature: In temporaneo aumento sul settore orientale della nostra regione. Dalla tarda mattinata di domenica è previsto un graduale calo delle temperature ad iniziare dal settore occidentale.

Venti: Moderati o forti dai quadranti meridionali; previsti venti di Libeccio con probabile Garbino sulle zone montuose e pedemontane che si affacciano sul versante adriatico. Venti in rotazione a Scirocco nel Teramano, Pescarese e Chietino, specie sulle zone collinari e costiere, in particolare nella giornata di domenica.

Mare: Molto mosso o agitato con moto ondoso in ulteriore aumento e probabili mareggiate, attenzione.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!