La settimana si apre all’insegna del tempo stabile su gran parte delle nostre regioni centro-settentrionali, tuttavia non mancheranno annuvolamenti, foschie e banchi di nebbia. Probabile peggioramento tra Natale e Santo Stefano

La nostra penisola è interessata da residue condizioni di instabilità che si manifestano soprattutto sulle estreme regioni meridionali, mentre al centro-nord il tempo risulta stabile ma non mancano annuvolamenti, foschie e banchi di nebbia nelle pianure e nelle valli. La settimana si apre all’insegna del tempo stabile su gran parte delle nostre regioni a causa della rimonta di un promontorio di alta pressione che determinerà condizioni di tempo stabile, nuvolosità in attenuazione e temperature massime in aumento, specie sulle zone collinari, alto collinari e montuose. Ma si tratterà di una fase temporanea in quanto, come anticipato nei precedenti aggiornamenti, a partire dalla giornata di Natale, assisteremo all’arrivo di un impulso di aria molto fredda proveniente dall’Europa settentrionale che provocherà un veloce peggioramento delle condizioni atmosferiche al centro-nord e sulle regioni adriatiche, dove è attesa una generale diminuzione delle temperature, forti venti settentrionali, rovesci, e persino nevicate fino a bassa quota, anche sulla nostra regione, in particolare nella giornata di Santo Stefano. L’aria fredda sarà preceduta da un rinforzo dei venti di Libeccio che, nella giornata di Natale, soffieranno su gran parte delle regioni centro-meridionali, con probabile Garbino sui settori adriatici di Marche, Abruzzo e Molise; si tratterà di un peggioramento piuttosto veloce a cui farà seguito un rapido miglioramento delle condizioni atmosferiche nella giornata di domenica, in attesa di una nuova possibile fase di maltempo attesa nel corso della prossima settimana, ancora da confermare.

Immagine IR NOAA-18

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo poco nuvoloso con possibili annuvolamenti sulle zone collinari e costiere dove saranno altresì possibili foschie e banchi di nebbia, specie durante le ore serali, notturne e al primo mattino. Cielo sereno o poco nuvoloso sulle zone alto collinari, interne e montuose con possibili annuvolamenti a causa del transito di nubi medio-alte e stratificate. Gelate diffuse sulla Marsica, nell’Aquilano e sull’Alto Sangro. Poche novità nel corso della giornata di martedì.

Temperature: Generalmente stazionarie.

Venti: Deboli di direzione variabile o settentrionali.

Mare: Quasi calmo o poco mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!