Un veloce impulso di aria fredda favorirà una fase di maltempo anche sulla nostra regione con rovesci diffusi, temperature in generale diminuzione e nevicate in calo fino a quote collinari

Sulla nostra penisola il tempo è decisamente peggiorato rispetto alla giornata di ieri e se fino a qualche ora fa sulle regioni centrali soffiavano forti venti di Libeccio, in queste ultime ore masse d’aria fredda stanno raggiungendo le regioni centro-settentrionali adriatiche, con conseguente maltempo in ulteriore intensificazione sulla nostra regione. Lo spostamento verso sud del nucleo di aria fredda determinerà un richiamo di masse d’aria fredda che raggiungeranno le vicine Marche e l’Abruzzo, favorendo rovesci diffusi, temperature in generale diminuzione e nevicate (anche di moderata intensità) in calo fino a quote collinari, specie nel Fermano, Ascolano, nel Teramano e, localmente, nel Pescarese. L’instabilità continuerà a manifestarsi anche nella prima parte della giornata di domenica, con venti settentrionali che interesseranno gran parte delle regioni adriatiche ma si attenueranno nel pomeriggio-sera e in nottata, anche se si tratterà di un miglioramento temporaneo, in attesa di un nuovo intenso peggioramento previsto nelle giornate di lunedì e martedì, a causa dell’arrivo di un’intensa perturbazione di origine nord atlantica, sospinta da masse d’aria fredda di origine polare marittima che determinerà una nuova fase di maltempo su gran parte delle nostre regioni: attesa neve in pianura al nord, mentre forti venti di Libeccio soffieranno sulle regioni peninsulari, con raffiche localmente anche piuttosto intense, occasionalmente superiori ai 100 Km/h, anche sulla nostra regione.

Immagine al visibile ricevuta dal satellite NOAA-18

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo da nuvoloso a coperto con precipitazioni sparse, in intensificazione nel corso della giornata, specie nel Teramano, nell’Aquilano (Alto Aquilano) e sulle zone pedecollinari del Pescarese con nevicate in calo intorno ai 700-900 metri ma, dal pomeriggio-sera, anche a quote più basse, specie nel Teramano, nel Pescarese e nell’Aquilano, intorno ai 400-600 metri, tuttavia non si escludono episodi nevosi anche a quote lievemente inferiori, specie nel Teramano e nel vicino Ascolano, in particolare tra il pomeriggio-sera e le prime ore della mattinata di domenica. Probabile neve a L’Aquila ma non si escludono episodi nevosi, localmente misti a pioggia, anche a Teramo (probabilità 40-50%). Domenica ancora caratterizzata dal maltempo, specie nella prima parte della giornata, in miglioramento (temporaneo) nel pomeriggio-sera.

Temperature: In generale diminuzione, anche sensibile nel Teramano, nel Pescarese e nell’Aquilano.

Venti: Inizialmente deboli dai quadranti settentrionali, in rinforzo nel corso della giornata, specie lungo la fascia costiera e collinare.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso con moto ondoso in ulteriore aumento.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!