Temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche a partire dalle prossime ore ma nella giornata di lunedì sono attesi forti venti fino a tempesta su gran parte delle regioni centrali

La nostra penisola è interessata da una perturbazione alimentata da masse d’aria fredda, in estensione verso le regioni meridionali che, nelle prossime ore, continuerà a favorire condizioni di maltempo su Molise, Basilicata, Puglia e, marginalmente, anche sulla nostra regione, specie nel Chietino, dove sono attesi rovesci e forti venti settentrionali, in attenuazione nel pomeriggio-sera. Si tratterà di un miglioramento temporaneo in quanto, come annunciato nei precedenti aggiornamenti, un’intensa perturbazione proveniente dall’Islanda ma originaria della Groenlandia, raggiungerà l’Europa centro-occidentale e la nostra penisola, favorendo un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche al centro-nord, con neve che tornerà ad imbiancare le regioni settentrionali, fino in pianura, mentre le regioni centrali saranno interessate dal transito di un intenso sistema nuvoloso preceduto da un rinforzo dei venti di Libeccio che interesseranno anche la nostra regione, con raffiche localmente superiori ai 100 Km/h: previste raffiche fino a tempesta, specie sulle zone montuose e sul settore orientale della nostra regione, con Garbino impetuoso. Ovviamente l’intensità dei venti non sarà la medesima in tutte località, ma forti raffiche dovrebbero interessare soprattutto le zone pedemontane, collinari e le principali valli che si affacciano sul versante adriatico, in particolare la Val Pescara e la Val di Sangro. Tra la tarda mattinata e il pomeriggio di lunedì giungerà il sistema nuvoloso che favorirà rovesci diffusi, anche di forte intensità e copiose nevicate sui rilievi al disopra dei 1200-1400 metri, specie sul settore occidentale della nostra regione, anche se i fenomeni sconfineranno e raggiungeranno anche il settore orientale e costiero.

Raffiche di vento previste a 850 hPa (1500mt circa) – PIVOTAL WEATHER

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con possibili residui rovesci nell’Aquilano, nel Chietino e nell’entroterra del Pescarese, nevosi al disopra dei 700-800 metri, in graduale miglioramento nel corso della giornata. Ampie schiarite dal Teramano, in estensione verso le restanti zone entro la serata-nottata. Nella giornata di lunedì il tempo tornerà a peggiorare con venti di Libeccio in rinforzo fino a tempesta, specie sulle zone montuose e pedemontane che si affacciano sul versante adriatico; Garbino impetuoso sul versante adriatico. Ulteriore peggioramento tra la tarda mattinata e il pomeriggio, ad iniziare dalla Marsica e dall’Aquilano con rovesci diffusi, anche di forte intensità, accompagnati da violente raffiche di vento. Copiose nevicate sui rilievi che si affacciano ad ovest, al disopra dei 1200-1400 metri ma localmente anche a quote lievemente inferiori.

Raffiche di vento previste dal modello europeo ECMWF – CONSORZIO LAMMA REGIONE TOSCANA

Temperature: In ulteriore diminuzione nel pomeriggio-sera. Valori in temporaneo brusco aumento nella mattinata di lunedì, specie sul versante adriatico.

Venti: Deboli o moderati di Maestrale lungo la fascia costiera e collinare, in attenuazione nel corso della giornata. Da lunedì tenderanno a provenire dai quadranti sud-occidentali rinforzando. Previste raffiche localmente superiori ai 100 Km/h, attenzione.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso.

L2

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!