Impulsi di aria fredda provenienti dalla Francia e dal Mediterraneo occidentale continueranno a favorire fenomeni di instabilità soprattutto sulle regioni tirreniche e appenniniche

La nostra penisola continua ad essere influenzata dall’arrivo di masse d’aria fredda ed instabili provenienti dalla Francia e dal Mediterraneo occidentale, pilotate dall’azione di una vasta circolazione depressionaria posizionata sull’Europa centrale e, di conseguenza sulle regioni peninsulari il tempo risulta instabile, in particolar modo sul versante tirrenico e sulle zone appenniniche dove, nelle prossime ore, saranno presenti annuvolamenti associati a rovesci, in sconfinamento anche verso il settore adriatico, in particolare su Marche, Abruzzo e Molise. Tra stasera-notte e le prime ore della mattinata di giovedì giungerà un nuovo impulso di aria fredda che favorirà un ulteriore calo delle temperature anche sulla nostra regione, in particolare sulla Marsica e nell’Aquilano, con possibili rovesci di neve intorno ai 600-800 metri, mentre gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano un nuovo probabile peggioramento delle condizioni atmosferiche al centro-nord nel corso del fine settimana, con il ritorno della neve in pianura sulle regioni settentrionali e a quote relativamente basse sulle regioni centrali: vedremo.

Immagine IR NOAA-18

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso nel Teramano, nel Pescarese e nel Chietino, con probabili ampie schiarite nel corso della mattinata, mentre annuvolamenti più consistenti interesseranno la Marsica, l’Aquilano e l’Alto Sangro con rovesci sparsi, nevosi sui rilievi al disopra dei 1000-1200 metri. Nel corso della giornata, in particolare nel pomeriggio-sera non si escludono addensamenti consistenti sul settore orientale e costiero con possibili precipitazioni, in attenuazione in serata-nottata. Tra il tardo pomeriggio e la serata, inoltre, non si escludono residui rovesci, anche a carattere nevoso, sul settore occidentale della nostra regione, con quota neve in calo intorno ai 600-800 metri.

Temperature: Stazionarie ma la tendenza è verso una nuova diminuzione a partire dal pomeriggio-sera.

Venti: Deboli o moderati occidentali con residui rinforzi in mattinata. Dal pomeriggio sera tenderanno a provenire dai quadranti nord-occidentali.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!