La giornata di sabato caratterizzata ancora da annuvolamenti, rovesci più probabili sul settore occidentale e forti venti di Libeccio. Domenica attesa una nuova perturbazione su gran parte delle regioni centrali

Sulla nostra penisola il tempo risulta ancora influenzato da un flusso di correnti atlantiche in seno alle quali si muovono sistemi nuvolosi che raggiungono gran parte delle nostre regioni favorendo annuvolamenti e rovesci, più probabili sulle zone interne ed appenniniche, mentre forti venti di Libeccio continuano a soffiare su gran parte delle regioni centro-meridionali. Non cambierà di molto la situazione meteorologica nelle prossime ore, anche la nostra regione continuerà ad essere interessata da venti di Libeccio (Garbino sul versante adriatico), con raffiche localmente superiori ai 60-80 Km/h, specie sulle zone pedecollinari e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico, mentre annuvolamenti più consistenti interesseranno il settore occidentale e le zone montuose, dove non si escludono rovesci sparsi. Nella giornata di domenica giungerà una nuova perturbazione di origine atlantica che si estenderà su gran parte delle nostre regioni centrali, favorendo un nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulla nostra regione ad iniziare dalla tarda mattinata e nella seconda metà della giornata, dapprima sul settore occidentale, con fenomeni in estensione verso il settore adriatico nel corso della giornata. Attesa una graduale diminuzione delle temperature e nevicate intorno ai 1100-1300 metri, in ulteriore lieve calo entro la serata di domenica e nella mattinata di lunedì.

Immagine IR NOAA-19

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con possibili ampie schiarite nel Teramano, nel Pescarese e nel Chietino, mentre annuvolamenti più consistenti interesseranno la Marsica, l’Aquilano, l’Alto Sangro e le zone montuose che si affacciano ad ovest, con possibilità di precipitazioni a carattere sparso. Attesi ancora venti di Libeccio (Garbino sul versante adriatico) con raffiche localmente superiori ai 60-80 Km/h, specie sulle zone pedecollinari e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico. Nella giornata di domenica è previsto un graduale aumento della nuvolosità in mattinata, ad iniziare dalla Marsica, dall’Aquilano e dall’Alto Sangro, con precipitazioni in intensificazione, nevose al disopra dei 1100-1300 metri, in estensione verso il Teramano, il Pescarese e il Chietino nel corso della giornata, con venti in rotazione dai quadranti settentrionali entro la serata e temperature in generale diminuzione, più marcata sul versante adriatico.

Temperature: Stazionarie o in lieve diminuzione sul settore occidentale ma con valori ancora al disopra delle medie stagionali. Nella giornata di domenica è prevista una graduale diminuzione ad iniziare dalla Marsica e dall’Aquilano.

Venti: Moderati dai quadranti occidentali o sud-occidentali con probabile Garbino sul versante adriatico e raffiche localmente superiori ai 60-80 Km/h. Nella giornata di domenica i venti tenderanno gradualmente a provenire dai quadranti settentrionali, specie dal pomeriggio.

Mare: Mosso o molto mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

Lascia un commento

error: Content is protected !!