Masse d’aria fredda in discesa verso i vicini Balcani lambiranno le regioni adriatiche, favorendo un generale calo delle temperature ed episodi di instabilità anche sulla nostra regione

Come anticipato nei precedenti aggiornamenti, dopo il transito di una perturbazione atlantica, sulla nostra penisola le correnti tendono a disporsi dai quadranti settentrionali e, di conseguenza, masse d’aria fredda in discesa principalmente verso i vicini Balcani e verso la Grecia, scivoleranno marginalmente verso le regioni adriatiche, favorendo un generale calo delle temperature ed episodi di instabilità, specie su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Nelle prossime ore saranno possibili addensamenti sull’Adriatico centrale, in estensione verso le aree costiere e collinari della nostra regione, dove non si escludono fenomeni temporaleschi con rovesci, anche nevosi fino a quote collinari (intorno ai 200-300 metri, ma occasionalmente anche a quote più basse, specie in caso di rovesci di neve tonda, graupeln). Si tratterà di una fase molto veloce in quanto a partire da stasera e nella giornata di mercoledì assisteremo ad un nuovo miglioramento delle condizioni atmosferiche ma con temperature che continueranno a risultare al disotto delle medie stagionali, in attesa della rimonta di un promontorio di alta pressione che, molto probabilmente, si estenderà su gran parte delle regioni centro-meridionali, favorendo un progressivo rialzo delle temperature e un deciso miglioramento delle condizioni atmosferiche almeno fino alla giornata di venerdì.

Immagine IR NOAA-18

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso con addensamenti sull’Adriatico centrale, in estensione verso le aree costiere e collinari, specie nel Pescarese e, soprattutto, nel Chietino, dove saranno possibili rovesci, localmente a carattere temporalesco, specie lungo le aree costiere. Nel corso della mattinata i rovesci si estenderanno verso le zone interne del Pescarese e in particolare nel Chietino, con possibili nevicate fino a quote collinari (intorno ai 200-300 metri, tuttavia non si escludono rovesci di neve tonda, graupeln, anche a quote più basse o pianeggianti). Un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche è previsto dal pomeriggio-sera e nel corso della nottata con nuvolosità in attenuazione ma con probabili gelate, attenzione.

Temperature: In generale diminuzione, più sensibile sul settore orientale della nostra regione.

Venti: Deboli o moderati dai quadranti settentrionali con occasionali rinforzi lungo la fascia costiera e collinare.

Mare: Generalmente mosso, localmente molto mosso.

L1

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!