La settimana si apre con il transito di nuove perturbazioni atlantiche che determineranno un rinforzo dei venti occidentali e un peggioramento delle condizioni atmosferiche sul settore occidentale. Probabile ondata di freddo a partire dal fine settimana

La nostra penisola continua ad essere interessata dall’arrivo di sistemi nuvolosi di origine atlantica che, nella giornata di ieri, hanno favorito annuvolamenti, forti rovesci sul settore appenninico e forti raffiche di vento sul settore centro-orientale della nostra regione, con temperature decisamente al disopra delle medie stagionali. Nelle prossime ore le temperature torneranno a diminuire, specie sulle zone montuose, sulla Marsica e nell’Aquilano, a causa dell’arrivo di correnti atlantiche che, tuttavia, favoriranno un nuovo rinforzo dei venti occidentali o sud-occidentali (Libeccio, Garbino sul versante adriatico), con annuvolamenti consistenti sul settore occidentale, dove non mancheranno rovesci, nevosi sui rilievi al disopra dei 1500-1800 metri. Una nuova perturbazione atlantica raggiungerà la nostra penisola tra stanotte e le prime ore della mattinata di martedì, favorendo un peggioramento delle condizioni atmosferiche soprattutto sul settore occidentale della nostra regione, anche se non si escludono rovesci sparsi in sconfinamento verso il settore adriatico. Un’altra perturbazione atlantica è attesa nella giornata di mercoledì e sarà accompagnata ancora da un rinforzo dei venti occidentali o sud-occidentali, con forti raffiche sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico. Successivamente gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano un probabile generale calo delle temperature a causa del possibile arrivo di masse d’aria gelida dall’Europa centro-orientale che, se confermate, favoriranno un generale e sensibile calo termico con probabili nevicate fino a quote molto basse o pianeggianti. Si tratta, tuttavia, di un’ipotesi da analizzare ed eventualmente confermare nei prossimi aggiornamenti.

Immagine IR NOAA-19

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso nel Teramano, nel Pescarese e nel Chietino, con possibili annuvolamenti nel corso della giornata, mentre annuvolamenti si manifesteranno sulla Marsica, nell’Aquilano e sull’Alto Sangro, con possibilità di precipitazioni, più probabili a ridosso dei rilievi. Venti di Libeccio in rinforzo con probabile Garbino sul settore orientale della nostra regione e raffiche localmente superiori ai 60-80 Km/h. Da stasera è previsto un ulteriore aumento della nuvolosità ad iniziare dal settore occidentale con rovesci diffusi, localmente a carattere temporalesco, in estensione verso il settore adriatico dove, tuttavia, le precipitazioni risulteranno a carattere sparso.

Temperature: In diminuzione, specie sul settore occidentale della nostra regione.

Venti: Moderati dai quadranti occidentali o sud-occidentali con possibili rinforzi nel corso della giornata, specie sul settore centro-orientale.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso, localmente poco mosso sottocosta.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!