Nuovo peggioramento nelle prossime ore con temperature in calo, annuvolamenti, rovesci anche a carattere temporalesco e nevicate fino a quote collinari. Nuova fase di maltempo nel fine settimana con piogge diffuse e nevicate anche a bassa quota

La nostra penisola è interessata dal transito di un sistema nuvoloso proveniente dalla Francia che, nelle prossime ore scivolerà verso la Sardegna, la Sicilia e le regioni tirreniche e richiamerà masse d’aria fredda dai vicini Balcani che, nelle prossime ore, determineranno un nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche sulle regioni centrali adriatiche, Abruzzo compreso. La presenza di aria molto fredda in quota e l’ingresso di aria fredda dai vicini Balcani provocherà la formazione di addensamenti consistenti associati a precipitazioni, localmente a carattere temporalesco lungo la fascia costiera e collinare, in estensione verso le zone pedemontane, interne e montuose, dove assumeranno carattere nevoso intorno ai 300-500 metri ma occasionalmente anche a quote più basse, specie nell’entroterra Pescarese e nel Teramano. Un temporaneo miglioramento è atteso tra stanotte e le prime ore della giornata di venerdì, tuttavia una nuova perturbazione in discesa dalla Francia scivolerà verso le regioni meridionali, interessando marginalmente la nostra regione e il vicino Molise, specie nel pomeriggio-sera di venerdì. Lo spostamento della perturbazione verso la Grecia determinerà, inoltre, un nuovo afflusso di aria fredda dai vicini Balcani e dall’Europa centro-settentrionale che favorirà un nuovo calo delle temperature e un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche nel fine settimana con precipitazioni nevose fino a quote collinari, con possibili sconfinamenti fino a quote prossime alla pianura: vedremo.

Immagine IR NOAA-18

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con annuvolamenti consistenti lungo la fascia costiera e sull’Adriatico centrale con rovesci, localmente a carattere temporalesco, in estensione verso le zone collinari, pedemontane, montuose ed interne, dove assumeranno carattere nevoso al disopra dei 300-500 metri, tuttavia non si escludono episodi nevosi anche a quote più basse, specie nell’entroterra Pescarese, sulla Valle Peligna e nel Teramano. Schiarite dalla tarda mattinata ad iniziare dalla fascia costiera, mentre una graduale attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni è attesa entro il pomeriggio-sera e nel corso della mattinata di venerdì, in attesa di un nuovo peggioramento dal tardo pomeriggio.

Temperature: In ulteriore diminuzione con valori al disotto delle medie stagionali.

Venti: Deboli dai quadranti orientali con possibili rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Generalmente mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

Lascia un commento

error: Content is protected !!