La settimana si apre all’insegna del freddo con temperature in ulteriore diminuzione e fenomeni di instabilità che potranno dar luogo a nevicate fino a quote molto basse. Freddo in attenuazione da mercoledì

La nostra penisola continua ad essere interessata dall’arrivo di masse d’aria molto fredda di origine artica che, nelle prossime ore, torneranno ad intensificarsi e un nuovo impulso di aria fredda proveniente dai vicini Balcani raggiungerà le regioni adriatiche, favorendo un ulteriore calo delle temperature, venti in rinforzo e fenomeni di instabilità su Marche, Abruzzo e Molise, con rovesci sparsi, nevosi fino a quote molto basse (200-300 metri) o pianeggianti, specie tra stasera e le prime ore della mattinata di martedì. Si tratterà molto probabilmente dell’ultimo colpo di coda di stampo invernale che, da mercoledì, tenderà ad essere sostituito da masse d’aria decisamente più mite provenienti dal Mediterraneo occidentale, a causa della rimonta di un promontorio di alta pressione che si estenderà verso le nostre regioni centro-meridionali. Nelle prossime ore e nella mattinata di martedì, dunque, è atteso un nuovo aumento dell’instabilità e una graduale intensificazione dei venti con moto ondoso in ulteriore aumento e l’aria fredda che scorrerà sul mare provocherà la formazione di addensamenti che interesseranno soprattutto le zone collinari, alto collinari, pedemontane e montuose, con probabili sconfinamenti verso la Valle Peligna e l’Aquilano, dove sono attesi rovesci nevosi, ai disopra dei 200-300 metri ma occasionalmente anche sulle zone pianeggianti. Migliora entro la serata ma continuerà a fare molto freddo almeno fino a mercoledì.

Mappa delle temperature previste a 850 hPa nelle prime ore della giornata di martedì

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso lungo la fascia costiera, mentre annuvolamenti si manifesteranno al mattino sulle zone pedecollinari del Teramano, del Pescarese e del Chietino con rovesci sparsi, più probabili inizialmente nel Pescarese e nel Chietino, nevosi al disopra dei 400-600 metri. Cielo poco nuvoloso sulla Marsica con temeperature ben al disotto delle medie stagionali. Nel corso della giornata è previsto un graduale aumento della nuvolosità soprattutto sul settore orientale e sulle zone montuose con precipitazioni sparse e nevicate in calo intorno ai 200-300 metri entro la serata-nottata, tuttavia in nottata e nelle prime ore della mattinata di martedì non si escludono episodi nevosi anche nelle valli che si affacciano sul versante adriatico. Dal pomeriggio-sera di martedì è atteso un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche ma le temperature continueranno a mantenersi ben al disotto delle medie stagionali.

Temperature: In ulteriore diminuzione tra stasera e le prime ore della mattinata di martedì.

Venti: Moderati dai quadranti settentrionali, in rinforzo tra stasera e la mattinata di martedì.

Mare: Mosso o molto mosso con moto ondoso in ulteriore aumento.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!