Alta pressione in attenuazione al centro-nord favorirà l’ingresso di masse d’aria fresca ed instabile che provocheranno un aumento dell’instabilità e temporali anche di forte intensità sulle regioni centrali con temperature in generale diminuzione

Il promontorio di alta pressione che nel fine settimana ha favorito un nuovo aumento delle temperature al centro-sud è in graduale attenuazione e, a partire dalle prossime ore, masse d’aria fresca presenti sull’Europa centrale tenderanno ad estendersi verso la Francia e verso le nostre regioni centro-settentrionali, favorendo un deciso aumento dell’instabilità al nord ma anche sulle regioni centrali dove, nel corso del pomeriggio-sera, sono attese formazioni temporalesche anche di forte intensità, in particolare su Umbria e Marche ma con possibili sconfinamenti verso la nostra regione entro la serata; i temporali potranno essere accompagnati da forti raffiche di vento e da grandinate, in particolare sui settori collinari e costieri di Marche e, localmente nel Teramano e nel Pescarese. Gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano, inoltre, la continua discesa di masse d’aria fresca in quota dapprima sull’Europa centro-occidentale e poi verso le nostre regioni centro-settentrionali anche nei prossimi giorni e, di conseguenza, a partire da martedì, aumenterà la possibilità di assistere allo sviluppo di temporali, localmente di forte intensità, anche sulla nostra regione e sul Molise, ad iniziare dalle zone interne e montuose, in estensione verso il settore adriatico.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo sereno o poco nuvoloso con possibili annuvolamenti al mattino nel Teramano, in attenuazione nel corso della mattinata. Nel pomeriggio e nel tardo pomeriggio la situazione tenderà a cambiare in quanto si formeranno temporali anche di forte intensità sulle vicine Marche, in graduale avvicinamento verso la nostra regione nel tardo pomeriggio-sera e non si escludono sconfinamenti verso il Teramano e verso il Pescarese, con fenomeni accompagnati da forti raffiche di vento, in particolare sui settori costieri e collinari. Serata e in nottata tenderanno a formarsi addensamenti sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico a causa del rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali e, di conseguenza, potranno manifestarsi precipitazioni a carattere sparso. L’instabilità proseguirà e si intensificherà anche nella giornata di martedì, con temporali in sviluppo sulle zone interne e montuose dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio, in estensione verso il settore adriatico, in attenuazione in serata e in nottata.

Temperature: In temporaneo aumento in mattinata, specie sul versante adriatico, tuttavia dal tardo pomeriggio-sera è prevista una generale diminuzione a causa dei venti settentrionali previsti in rinforzo.

Venti: Inizialmente deboli dai quadranti occidentali o sud-occidentali con possibili rinforzi al primo mattino. Dal tardo pomeriggio tenderanno a provenire dai quadranti settentrionali rinforzando, specie lungo la fascia costiera e collinare. Attenzione, non si escludono forti raffiche di vento nel pomeriggio-sera, specie lungo le aree costiere e sulle zone collinari prossime alla costa.

Mare: Inizialmente quasi calmo o poco mosso con moto ondoso in rapido aumento dal pomeriggio-sera. A tal proposito si sconsiglia di uscire in mare con piccole imbarcazioni nel pomeriggio e nel tardo pomeriggio.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!