Annuvolamenti e rovesci al mattino, schiarite nel corso della giornata ma da mercoledì giungerà un nucleo di aria fredda che determinerà un generale peggioramento delle condizioni atmosferiche

La nostra penisola è interessata dal transito di una perturbazione che, nella giornata di ieri, ha provocato un’intensa fase di maltempo soprattutto sulle regioni nord-occidentali, in particolare sulla Liguria e sulla Toscana, dove le precipitazioni state davvero intense e persistenti. In queste ultime ore una linea temporalesca ha raggiunto le regioni centro-meridionali ed ha favorito un graduale peggioramento delle condizioni atmosferiche anche su Abruzzo e Molise con rovesci e manifestazioni temporalesche, più frequenti sui settori appenninici. Nelle prossime ore la linea temporalesca abbandonerà le regioni centrali dove sono attese ampie schiarite, in attesa dell’arrivo di una nuova perturbazione di origine atlantica, sospinta da masse d’aria fredda che, tra mercoledì e giovedì, raggiungeranno anche le regioni centro-meridionali, favorendo la formazione e l’approfondimento di un minimo depressionario a cui sarà associata una fase di maltempo che stavolta si farà sentire anche sul settore adriatico di Marche, Abruzzo e Molise, dove sono attese piogge diffuse, anche a carattere temporalesco, venti in rinforzo e temperature in diminuzione. Alla base dei dati attuali il tempo instabile proseguirà almeno fino alla fine della settimana ma gli ultimi aggiornamenti evidenziano un possibile nuovo peggioramento nei primi giorni della prossima settimana: vedremo.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo molto nuvoloso o coperto con rovesci diffusi, anche a carattere temporalesco, più probabili sulla Marsica, sull’Alto Sangro, nell’Aquilano e sulla Valle Peligna, con sconfinamenti verso il settore adriatico e lungo le aree costiere. I fenomeni, tuttavia, risulteranno più frequenti ed intensi sulle zone interne e montuose ma tenderanno ad attenuarsi nel corso della mattinata con ampie schiarite ad iniziare dal Teramano e dall’Alto Aquilano, in estensione verso le restanti zone, con venti di Libeccio in rinforzo e probabile Garbino sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico. Un nuovo peggioramento è atteso nella giornata di domani, mercoledì.

Temperature: In diminuzione al mattino, in temporaneo aumento nel corso della giornata, specie sul settore adriatico a causa del probabile rinforzo dei venti di Libeccio.

Venti: Deboli o moderati dai quadranti occidentali o sud-occidentali, in rinforzo nel corso della giornata, specie sulle zone interne e montuose. Probabile Garbino sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico.

Mare: Generalmente mosso.

Lascia un commento

error: Content is protected !!