Una nuova perturbazione atlantica raggiungerà il centro-sud Italia a partire dalle prossime ore e favorirà un peggioramento delle condizioni meteo anche sulle nostre regioni

Sulla nostra penisola la pressione è in diminuzione a causa dell’avvicinamento di una nuova perturbazione di origine atlantica che, a partire dal pomeriggio-sera, determinerà un moderato peggioramento delle condizioni atmosferiche sulla Sardegna e sulle nostre regioni centro-meridionali, a causa della formazione di un minimo depressionario che, dal Tirreno centro-meridionale, si sposterà verso il settore ionico entro la giornata di domenica. Di conseguenza masse d’aria fredda verranno richiamate dal minimo depressionario verso le nostre regioni adriatiche, con conseguente peggioramento anche sul versante adriatico dove, tra l’altro, è attesa una generale diminuzione delle temperature nel fine settimana. La giornata con tempo perturbato sarà sabato, specie sulle regioni centro-meridionali e sul versante adriatico, dove sono attese precipitazioni diffuse, localmente intense, specie sulle regioni meridionali ma anche sull’Abruzzo e sul Molise, in particolare sulle zone interne e sul settore centro-orientale (specie sulle zone pedecollinari), con quota neve in calo intorno ai 1000 metri, occasionalmente anche a quote lievemente inferiori, specie in caso di forti precipitazioni. Si tratterà ancora una volta di un peggioramento piuttosto veloce a cui farà seguito un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche nella giornata di domenica, ad iniziare dalle Marche, in estensione verso l’Abruzzo dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio e verso il Molise entro la serata. Le temperature diminuiranno ulteriormente nel fine settimana e si porteranno ben al disotto delle medie stagionali.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con possibili precipitazioni a carattere sparso, inizialmente deboli e più probabili sulle zone montuose e sul settore occidentale, tuttavia dalla serata i fenomeni tenderanno ad intensificarsi dapprima sulla Marsica, nell’Aquilano e sull’Alto Sagro, in estensione verso il settore adriatico in nottata e nel corso della giornata di sabato. Nevicate sui rilievi al disopra dei 1400-1600 metri, in graduale calo intorno ai 1000 metri nella giornata di sabato, con possibili fenomeni nevosi localmente a quote lievemente più basse, specie in caso di forti precipitazioni. Un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche è atteso dalla mattinata di domenica, ad iniziare dalle vicine Marche, in estensione verso la nostra regione entro il pomeriggio con schiarite alternate ad annuvolamenti che insisteranno sul versante adriatico e potranno favorire residui fenomeni sparsi, più probabili nel Chietino, in miglioramento dal pomeriggio.

Temperature: In diminuzione, anche sensibile da stasera-notte e nella giornata di sabato.

Venti: Orientali o sud-orientali in rinforzo da stasera-notte.

Mare: Mosso con moto ondoso in aumento da stasera.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!