di giovedì 14 dicembre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

L’Italia ancora alle prese con l’instabilità ma da venerdì atteso lento miglioramento

Pubblicato da Giovanni De Palma mercoledì 18 giugno 2014, 7:06 | 784 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola continua ad essere interessata da condizioni di instabilità che si manifestano soprattutto sulle regioni centro-meridionali, a causa del continuo afflusso di correnti fresche ed instabili provenienti dall’Europa centro-settentrionale. Non cambierà di molto la situazione nelle prossime ore e nella giornata di giovedì, sull’Italia permarranno condizioni di instabilità che si manifesteranno soprattutto al centro-sud, Abruzzo compreso, dove saranno possibili rovesci e manifestazioni temporalesche, localmente di forte intensità. Un lento miglioramento è atteso a partire da venerdì e, soprattutto, nel fine settimana, a causa della rimonta di un promontorio di alta pressione di matrice nord africana che raggiungerà le nostre regioni centro-meridionali, favorendo anche un graduale aumento delle temperature, specie al meridione. Alla base dei dati attuali, tuttavia, gli ultimi aggiornamenti evidenziano un possibile cedimento dell’alta pressione tra martedì e mercoledì, ma si tratta di una tendenza da confermare nei prossimi aggiornamenti. L1

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni generali di cielo da nuvoloso a coperto con precipitazioni, anche a carattere temporalesco, inizialmente più probabili sul settore occidentale, in particolare nell’Aquilano, mentre nel corso della giornata i fenomeni potranno estendersi anche sul settore orientale, risultando localmente di forte intensità. Ancora tempo instabile nella giornata di giovedì.

Temperature: Generalmente stazionarie.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali con possibili rinforzi durante i temporali.

Mare: Poco mosso o mosso.