di lunedì 23 ottobre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Permane l’instabilità nel weekend e nella giornata di lunedì. Migliora da martedì

Pubblicato da Giovanni De Palma sabato 4 ottobre 2014, 7:11 | 830 letture
Inserito nella categoria Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola risulta interessata da un debole afflusso di correnti umide di origine atlantica che raggiungono soprattutto le nostre regioni centro-meridionali dove, in queste ultime ore, sono ancora presenti annuvolamenti, rovesci e manifestazioni temporalesche, soprattutto su Calabria, Sicilia e sul medio-basso versante adriatico. Non cambierà di molto la situazione nelle prossime 36-48 ore: rovesci e temporali, anche di forte intensità, interesseranno la Sicilia e la Calabria, una moderata copertura nuvolosa continuerà localmente a favorire rovesci anche sulla nostra Regione, sul Molise e sulla Puglia, occasionalmente a carattere temporalesco, mentre da martedì assisteremo ad un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche su gran parte delle nostre regioni.

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con annuvolamenti più consistenti sul settore centro-orientale e lungo la fascia costiera, ampie schiarite sul settore occidentale. Non si escludono rovesci a ridosso dei rilievi e sulle zone pedemontane che si affacciano sul versante adriatico in mattinata, mentre dal pomeriggio-tardo pomeriggio aumenterà la probabilità di precipitazioni sul settore orientale e costiero, specie nel Pescarese e nel Chietino. Anche nella giornata di domenica saranno possibili annuvolamenti sul settore orientale con possibilità di precipitazioni, più probabili nel Chietino e, localmente, nel Pescarese, anche lungo la fascia costiera.

Temperature: Generalmente stazionarie.

Venti: Deboli dai quadranti orientali o nord-orientali.

Mare: Generalmente poco mosso o localmente mosso.