di venerdì 20 ottobre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Tempo migliore al nord ma permane l’instabilità, in aumento sulle regioni centrali

Pubblicato da Giovanni De Palma martedì 14 ottobre 2014, 7:10 | 700 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola continua ad essere interessate da correnti umide ed instabili provenienti dal Mediterraneo occidentale, che mantengono attive condizioni di instabilità soprattutto al nord dove, tuttavia, rispetto alla giornata di ieri, il tempo è decisamente migliorato. Ma il cedimento della struttura di alta pressione sulle regioni centrali, sta determinando un ulteriore aumento dell’instabilità su Toscana, Umbria, e Marche, instabilità che, nelle prossime ore, tenderà a manifestarsi anche su Lazio e Abruzzo con annuvolamenti associati a rovesci e ad occasionali manifestazioni temporalesche, localmente di moderata intensità. Anche nella giornata di mercoledì la nostra Regione sarà interessata da schiarite ed annuvolamenti, associati a precipitazioni che, tra la tarda mattinata e il tardo pomeriggio, potranno risultare anche a carattere temporalesco. Un graduale miglioramento è previsto a partire dalla seconda metà della giornata di venerdì e nel corso del fine settimana poiché, alla base dei dati attuali, è attesa la rimonta di una vasta area di alta pressione di matrice afro-mediterranea che determinerà un weekend all’insegna del tempo stabile con temperature in ulteriore aumento. L2

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso con annuvolamenti più consistenti nel Teramano dove, in mattinata, sono attesi rovesci, anche a carattere temporalesco seguiti da schiarite, localmente anche ampie. Tra la tarda mattinata e il tardo pomeriggio non si escludono nuovi annuvolamenti a partire dalle zone interne e montuose, localmente associati a rovesci e a manifestazioni temporalesche, in estensione verso il settore orientale. Fenomeni più probabili su alto Aquilano e nel Teramano, meno probabili (ma non da escludere) altrove.

Temperature: Generalmente stazionarie o in ulteriore aumento sul settore orientale.

Venti: Deboli o moderati dai quadranti meridionali con rinforzi sul settore orientale e sulle zone montuose. Non si esclude fohn appenninico (garbino).

Mare: Generalmente mosso.