di lunedì 23 ottobre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Nucleo gelido in arrivo sul medio-basso Adriatico: attese nevicate anche in Abruzzo

Pubblicato da Giovanni De Palma domenica 8 febbraio 2015, 11:12 | 3,785 letture
Inserito nella categoria Allerte, Comunicati Stampa, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

Sulla nostra Penisola il tempo è migliorato, tuttavia dalle prossime ore è atteso un nuovo deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche a causa dell’arrivo di un nucleo di aria gelida di origine artica che, a partire dal pomeriggio, raggiungerà soprattutto le nostre regioni centro-meridionali adriatiche, favorendo una generale e sensibile diminuzione delle temperature, fenomeni di instabilità e nevicate in calo fino a quote molto basse (200-300 metri nel pomeriggio) o in pianura. In particolare tra la serata-nottata e la mattinata di lunedì si prevedono nevicate anche lungo la fascia costiera, più intense sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, con accumuli soprattutto sulle zone collinari al disopra dei 100-200 metri anche se, alla base degli ultimi dati a nostra disposizione, non si escludono accumuli anche in pianura e lungo la fascia costiera. Si tratterà di un peggioramento piuttosto intenso ma anche abbastanza rapido in quanto dal tardo pomeriggio di lunedì è attesa una graduale attenuazione dei fenomeni e un miglioramento delle condizioni atmosferiche che, tuttavia, si manifesterà soprattutto nella giornata di martedì. Neve anche copiosa prevista su Molise, Puglia, Basilicata e Calabria con probabile interessamento anche della Sicilia, attenzione. L3

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo sereno o poco nuvoloso ma la tendenza è verso un graduale aumento della nuvolosità a partire dal pomeriggio con rovesci e possibili manifestazioni temporalesche, più probabili lungo la fascia costiera, mentre rovesci di neve tenderanno ad interessare le zone pedemontane e collinari inizialmente intorno ai 200-400 metri, in graduale calo in serata e in nottata fino a quote molto basse o pianeggianti. Ulteriore peggioramento in serata-nottata e nella mattinata di lunedì con rovesci diffusi, più intensi sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante orientale, sulla Valle Peligna con neve fino a quote molto basse o pianeggianti. Probabile neve anche lungo le coste con accumuli più rilevanti sulle zone collinari, soprattutto nella giornata di lunedì. Freddo intenso sul settore occidentale con possibili nevicate ma il maltempo interesserà soprattutto il settore centro-orientale e la fascia costiera, mentre per un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche dovremo attendere la giornata di martedì.

Temperature: In diminuzione, anche sensibile nel corso del pomeriggio-sera.

Venti: Deboli settentrionali con rinforzi dal pomeriggio. Non si escludono forti raffiche lungo la fascia costiera.

Mare: Generalmente mosso con moto ondoso in aumento dal pomeriggio. Possibili mareggiate, attenzione!